Leggi più chiare e semplici per una Regione che funziona I cittadini e le imprese del Lazio si trovano di fronte a un sistema di piccole norme spesso superato. Per questo abbiamo deciso di eliminare norme vecchie e inutili e portando avanti la sfida della semplificazione, anche attraverso i testi unici



Quando siamo arrivati alla Regione ci siamo resi conto che c'erano  troppe leggi e che molte di queste ormai sono diventate vecchie o inutili. Pensate a un’impresa che deve avere a che fare con 80 leggi e decine di uffici. Tutto questo è inutile e dannoso e frena lo sviluppo economico. Andremo avanti fino al 2018 con questo processo di semplificazione.

Abbiamo cancellato 398 leggi. L'abbiamo fatto a pochi mesi dal nostro arrivo e per essere sempre più vicini ai bisogni e alla necessità di cittadini e imprese abbiamo deciso che ogni anno ci sarà una ricognizione delle norme inutili, che saranno cancellate. E poi stiamo puntando sui testi unici per organizzare e rendere razionali le nostre norme.

Ecco qualche esempio di come stiamo lavorando:

Il Testo Unico per il Commercio. Si tratta di una riforma che il Lazio aspetta da dieci anni, una svolta importante che porterà meno burocrazia. Cosa vuol dire? Aprire un negozio o cambiare settore di vendita sarà più facile, e non ci sarà bisogno di ricorrere sempre a carte bollate o spese. Un modo per semplificare la vita di chi vuole entrare nel mondo del commercio di chi già fa commercio. Scopri di più.

Il  Testo Unico sullo Spettacolo dal Vivo e la Promozione Culturale.  L’abbiamo approvato dopo mesi di confronto con i soggetti coinvolti con l'obiettivo di dare pieno riconoscimento a tutte le espressioni culturali presenti sul territorio, a partire dallo spettacolo dal vivo, che rappresenta un valore fondamentale anche dal punto di vista sociale, culturale, economico e occupazionale.

Tagliate 500 poltrone inutili. Semplificare significa anche tagliare gli sprechi e migliorare i servizi, è la nostra ossessione da quando siamo arrivati. Per questo in un anno e mezzo abbiamo tagliato 500 poltrone, è la più grande riorganizzazione amministrativa dal dopoguerra ad oggi.

Con la semplificazione attiriamo nuovi imprenditori che credono nel futuro del nostro territorio. Soprattutto in questo momento di crisi è necessaria un’amministrazione che funziona e che si basa su procedure semplici e chiare. E poi così velocizziamo i tempi e risparmiare energie. Una Regione che funziona. È l’obiettivo di queste scelte per migliorare la qualità della vita delle persone e offrire alle imprese servizi vicini ed efficienti.

 


Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.

Immagini

parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica