Più vicini alle famiglie e ai cittadini: meno Irpef tra i 28mila e i 35mila euro Abbiamo prorogato l’esenzione dell’1,6% per i contribuenti con reddito fino a 35mila euro, circa 2 milioni di contribuenti, e l’abbiamo estesa anche ai contribuenti con reddito fino a 35mila euro, circa 350mila contribuenti



Maggiore equità e progressività nell’imposizione fiscale.  Con la rimodulazione dell’addizionale Irpef che abbiamo adottato riusciamo ad abbassare l’Irpef per il 2015 per i contribuenti con reddito compreso  tra i 28mila e i 35mila euro. Il prelievo resta invariato per tutti i redditi al di sotto dei 28mila euro e per tutte le famiglie con tre figli a carico.

Estendiamo l’esenzione dell’1,6%  dell’Irpef. L’esenzione guarderà i redditi fino a 28 mila euro, circa 2 milioni di contribuenti, e sarà estesa anche ai redditi fino a 35mila euro, circa 350mila contribuenti.  L’addizionale Irpef sarà “piena” solo per le fasce di reddito più alte, quelle con redditi che superano i 35mila euro: si tratta, in questo caso, di circa 500mila contribuenti.

Irpef invariata o inferiore per l’80% dei contribuenti della nostra Regione. Ben 2.350.000 su 2.850.000 contribuenti a partire dal 2015 si troveranno a versare una quota di addizionale Irpef regionale uguale o inferiore rispetto all’anno precedente.

Più progressività sui ticket sanitari. Siamo al lavoro anche per introdurre maggiore progressività nei ticket sanitari. Presenteremo questa proposta al prossimo tavolo di verifica sul piano di rientro dal deficit sanitario. Il nostro obiettivo è aumentare i livelli di esenzione dei ticket delle diverse prestazioni per i redditi medio – bassi.


Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica