La Rivoluzione amministrativa Dobbiamo restituire ai cittadini e alle imprese una Regione capace di garantire servizi di qualità e che funzionano. Come? Con l’innovazione possiamo tagliare gli sprechi e migliorare i servizi. E poi bisogna investire nuove risorse per sostenere la crescita, con un utilizzo efficiente dei fondi europei.


Vogliamo una Regione più leggera, più efficiente, più sobria. Bisogna partire da una radicale riorganizzazione della struttura organizzativa e costruire un’amministrazione più accessibile ai cittadini e più vicina ai territori.

• Profonda revisione della spesa pubblica per tagliare gli sprechi ma non i servizi
Riduzione e accorpamento di agenzie e società, taglio dei Cda con la nomina di amministratori unici
Centrale unica per appalti e acquisti di beni, servizi e forniture estesa anche ad enti, agenzie e società regionali
Taglio di commissioni consiliari, staff, auto blu e rimborsi, nel rispetto della buona politica
Semplificazione amministrativa per sgravare imprese e cittadini di oneri burocratici e ridurre i tempi di conclusione delle procedure
• Utilizzo efficiente dei fondi europei per sostenere crescita, innovazione e coesione sociale
• Rilancio dell’attività legislativa e testi unici di riordino e semplificazione sui diversi settori
Apertura di una fase costituente: recupero della capacità di pianificazione strategica e regolazione, misurabilità degli interventi, riduzione della gestione diretta di fondi per opere pubbliche e iniziative di carattere locale (sociale, cultura, sport) con devoluzione di risorse agli enti locali

Scopri tutti i progetti per cambiare il Lazio.

Per scaricare il programma completo clicca qui


Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica