30 dicembre 2014 Anche il 2014 è stato un anno nuovo. Un anno di novità e di fatti Va avanti il nostro impegno per far ripartire lo sviluppo e il lavoro e assicurare servizi migliori a tutte e tutti: dalla sanità ai trasporti, dal diritto allo studio al sociale, dalla cultura all'ambiente. Ecco una carrellata con un po' di cifre sugli interventi principali che abbiamo portato avanti quest'anno

Nel Lazio ci sono molte cose che prima non c’erano. Un anno e mezzo fa c’era una Regione sull’orlo del fallimento, abbiamo lavorato per rimetterla in piedi e per tornare a correre. Ora siamo fuori dall’incubo: il 2014 è stato l’anno della svolta, quello in cui abbiamo costruito realtà e servizi che i cittadini del nostro territorio non avevano: dalla sanità, ai trasporti, dal diritto allo studio al sociale, dalla cultura all’ambiente.

Non abbiamo risolto tutti i problemi e lo sappiamo ma ce la stiamo mettendo tutta per migliorare insieme le cose e rendere più umana la nostra Regione e migliorare la vita delle persone.

Ecco perché il 2014 è un anno nuovo. Un anno di novità e di fatti.

I risultati più importanti che abbiamo ottenuto nella lotta agli sprechi e rimettendo i conti in ordine:

8,7 miliardi per il pagamento dei debiti pregressi. Grazia all’opportunità che abbiamo colto con il decreto 35 abbiamo pagato 7,5 miliardi. Pagheremo altri 1,2 mld circa tra sanità e non sanitario. L’operazione sul debito regionale, con la ristrutturazione sui mutui contratti dalla Regione, garantisce un risparmio di spesa pari a 90,5 milioni di euro su base annua, a decorrere dal 2015.

Ridotti i tempi dei pagamenti. Quando siamo arrivati la Regione pagava i debiti con le imprese a 1000 giorni, oggi li paghiamo a 500 giorni. Per quanto riguarda i debiti sanitari, a maggio 2013 la Regione pagava a 250 giorni, a luglio 2014 siamo arrivati a 60 giorni per i pagamenti centralizzati e a 34 giorni per i pagamenti con fatturazione elettronica.

Taglio ai costi della politica. Finora il taglio che abbiamo effettuato è di circa 25 milioni di euro il: le spese per il Consiglio sono passate dagli 85 milioni di euro del 2012 ai 59 milioni del 2014, un taglio netto del 30% che porta la nostra Regione a un livello di spesa pro capite inferiore alla media nazionale.

Cancellati i vitalizi, non solo per la nostra Giunta ma anche per gli ex consiglieri: tra le altre cose abbiamo anche innalzato da 50 a 60 l’età minima per ricevere l’assegno.

Riorganizzazione delle società ed enti regionali. Abbiamo tagliato 500 “poltrone” tra CDA, collegi dei sindaci, componenti degli organi di controllo per società, Aziende Sanitarie Locali, consorzi di bonifica, consorzi industriali, Enti Parco, Istituto Jemolo, IRVIT, ARSIAL, ATER. Tutto questo comporterà risparmi per 26 milioni di euro all’anno.

Centrale unica per gli acquisti. Ci garantirà risparmi per 246 milioni di euro nel 2014, oltre 300 milioni nel 2015.

La salute più vicina alle persone sul territorio, con più servizi a disposizione per i cittadini.

+ 6% dei posti letto in tutte le provincie. Nei nostri ospedali ci saranno 257 posti letto in più. La sanità del Lazio cambia e volta pagina. Ecco in particolare cosa cambierà nelle diverse strutture del territorio

Cinque nuove Case della Salute. Strutture che garantiscono ai cittadini servizi di primo intervento, ambulatori attrezzati e attività ambulatoriali specialistiche. Ne abbiamo già aperte cinque ma andiamo avanti, non ci fermiamo.

10 poliambulatori a Roma aperti nei weekend e nei festivi. È stato possibile grazie all’accordo con i medici di medicina generale. I poliambulatori saranno in tutto 17. Nei primi tre fine settimana di apertura sono state già assistite più di mille persone.

5 nuovi reparti di degenza infermieristica. Abbiamo aumentato da 2 a 7 le degenze infermieristiche, passando da 40 a 107 posti letto. Grazie a questi reparti risparmiamo e offriamo cure migliori ai pazienti che hanno superato la fase acuta della malattia.

Referti online: oltre 108.000 analisi sono state scaricate online su 14 specialità. Da gennaio questo servizio sarà disponibile anche per ospedali e policlinici.

Liste d’attesa: abbiamo anticipato oltre 9.000 esami, abbiamo richiamato i cittadini in attesa per anticipare la data. Da gennaio partono le 4 classi di priorità per gli esami da svolgere, con una corsia preferenziale per i casi più urgenti.

I presidi ospedalieri di Amatrice e Acquapendente sono stati inseriti tra i presidi di zone svantaggiate.

Da quando siamo arrivati non abbiamo tolto un euro al sociale, anzi abbiamo aumentato le risorse, per essere vicini a chi ha bisogno di aiuto.

Piano straordinario contro la povertà. Abbiamo messo a disposizione 14,5 milioni in totale, con un’attenzione particolare alle nuove povertà: dai padri separati alle donne sole con figli piccoli, dai disabili ai minori in situazione di disagio e agli anziani senza famiglia.

Bandi per l’inclusione sociale. Abbiamo fatto partire tre grandi bandi per il Terzo settore e gli enti locali per la promozione dei progetti di inclusione sociale. Si chiamano “Bene in Comune”, “Fraternità” e “Innova Tu”,  abbiamo investito 8 milioni di euro per finanziare ben 361 progetti in tutto il Lazio.

Sostegno abitativo. Per il biennio 2014-2015 abbiamo finanziato 27,5 milioni di euro di interventi per il sostegno abitativo di persone a reddito minimo.

Un nuovo trasporto pubblico di qualità per i pendolari:

Risanamento di Cotral e trasferimenti a Roma Capitale e Atac, per circa 900 milioni di euro.

26 nuovi treni, ne abbiamo già consegnati 12, aumentiamo di 7900 posti al giorno l’offerta di trasporto sulle nostre linee ferroviarie, abbiamo investito 35 milioni di euro per offrire servizi migliori ai pendolari del Lazio.

Tre nuove linee di servizio metropolitano su Roma. Ci saranno 20.000 posti a sedere in più; aggiungiamo 200km di rete su ferro a servizio di Roma e della sua area metropolitana.

Sulla FL1 Monterotondo – Roma ci sarà un treno ogni 7,30 minuti, con 29 treni prolungati ogni giorno fino a Cesano grazie al nuovo passante con la  FL 3.

Sulla tratta Ciampino – Roma  ci sarà un treno ogni 7,30 minuti.

Sulla tratta Campoleone – Roma, dove si incontrano i treni provenienti da Latina e da Nettuno, ci sarà un treno ogni 10 minuti

Sulle tratte Roma – Fara Sabina / Roma – Lunghezza / Roma – Ladispoli un treno ogni 15 minuti.

Raddoppio Leonardo Express, in due fasi con un intervento per il raddoppio dell’offerta del servizio del Leonardo Express tra l’Aeroporto di Fiumicino e Roma Termini.

Alta Velocità su Fiumicino: l’aeroporto collegato a Termini, Firenze Bologna e Venezia.

100 treni entro il 2020, grazie a un investimento di 64 milioni della nuova programmazione dei Fondi Europei

Autobus euro 6, mobilità sostenibile, tram, investiamo in tutto 100 milioni.

Più lavoro, con più opportunità per tutti, non solo per i giovani ma anche per chi è rimasto senza lavoro in età più avanzata:

Nuove occasioni di lavoro: con “Garanzia Giovani”, con la formazione, con il rilancio dei centri per l’impiego, con i green jobs e sostegno a chi è in condizioni di disagio. Abbiamo investito 100 milioni di euro per il 2014 e ne investiamo almeno 265 milioni nel 2015.

Patto per lo sviluppo e il lavoro l’abbiamo sottoscritto lo scorso aprile con i sindacati e le associazioni categoria. Si basa su 10 mosse strategiche da 4,1 miliardi di euro.

Accordo Frosinone-Anagni: un piano condiviso con il Governo da 91 milioni di euro, a gennaio chiuderemo 2 importanti accordi di sviluppo.

Rilancio dell’indotto Fiat, con 4,5 milioni di euro.

Accordo Rieti: il più grande intervento mai fatto sull’area di Rieti, con 16 milioni di euro per sostenere quest’area tra risorse della Regione e risorse del Mise.

Nuova disciplina sui tirocini, introduciamo limiti di tempo e abbiamo anche stabilito un’indennità mensile minima di 400 euro. Mai più tirocini gratis e finti nel Lazio.

Nuovi testi unici: abbiamo approvato in Giunta il Testo unico del commercio, e la revisione della legge sull’artigianato.

Più risorse per lo sviluppo:

130 startup nel primo anno e mezzo di lavoro. Abbiamo messo a disposizione 30 milioni di euro tra il  2013 e il 2014 e ne investiamo altri 210 nella programmazione 2014-2020.

Piano per l’internazionalizzazione: investiamo 50 milioni di euro in 5 anni, di cui 11,4 nel 2014. 7,6 milioni per i due bandi appena chiusi e per i quali abbiamo ricevuto circa il doppio delle richieste rispetto al cofinanziamento regionale disponibile.

Contratto di sviluppo per Bsp Pharmaceuticals, per sostenere questa industria, che è tra le più dinamiche del Lazio, investiamo 2 milioni di euro, in un contratto di sviluppo da 38 milioni di euro complessivi.

Soppressione di Bil. Accesso diretto al Fondo nazionale di garanzia; mettiamo a disposizione risorse per 168 milioni di euro e abbiamo fatto anche un accordo con Bei. È anche raddoppiato il numero dei finanziamenti ricevuti e il loro volume rispetto allo stesso periodo del 2013.

Rilancio del settore agroalimentare: in questi mesi abbiamo portato avanti il risanamento di Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, abbiamo consegnato i primi lotti del bando Terre ai giovani e poi apriamo una Casa dell’Agricoltura in ogni provincia del Lazio, abbiamo già aperto le prime due, a Viterbo e Latina. Vogliamo puntare su questo settore strategico, scopri i nostri progetti.

Sosteniamo la conoscenza e la formazione per aiutare le nuove generazioni a crescere più forti e consapevoli:

Torno subito, il piano destinato ai giovani tra i 18 ei 35 anni per realizzare un’esperienza di studio o lavoro in Italia o all’estero e poi tornare nel Lazio con le competenze acquisite: per questo progetto abbiamo investito 5,4 milioni di euro.

“Fuoriclasse”, 200 progetti didattici con il coinvolgimento di circa 500 scuole in tutto il Lazio. Un’iniziativa per avvicinare i giovani alla cultura, al cinema, alla storia. Per questo abbiamo realizzato anche il Viaggio della Memoria, per non dimenticare gli orrori della Seconda Guerra Mondiale.

Pagate tutte le borse di studio e i premi di laurea arretrati. C’erano studenti che aspettavano dal 2008. Dall’anno accademico 2013-2014 oltre 16mila e 600 studenti, tutti quelli che ne avevano diritto, hanno ottenuto la borsa di studio. Tra le altre cose abbiamo anche messo a disposizione 200 posti letto in più nelle residenze universitarie del Lazio, il nostro obiettivo è arrivare a 1000 posti in più entro il 2016.

Un laboratorio gratuito di alta formazione nell’ambito del teatro, della canzone e del multimediale. È l’officina delle arti Pier Paolo Pasolini, un progetto che abbiamo promosso in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre e il Conservatorio Santa Cecilia e rivolto a giovani diplomati, con 25  posti a disposizione per la canzone, 25 per il teatro e 18 per il multimediale.

 Protocollo con il Cnr per la banca dati delle molecole, su cui investiamo 10 milioni di euro.

Utilizziamo al meglio le risorse europee e non sprechiamo neanche un centesimo:

Recuperati i fondi della vecchia programmazione, circa 500 milioni di euro.

Per la prima volta, una programmazione unitaria di tutte le risorse disponibili, per un totale di 4,1 miliardi. Abbiamo concentrato il 90% delle risorse per sostenere 45 progetti concreti e trasparenti che contribuiranno a cambiare il volto del Lazio.

Sosteniamo e difendiamo l’ambiente:

Il nuovo Piano casa. Tante novità a partire dallo stop al consumo di nuovo suolo nel Lazio.Contrastiamo con norme semplici e chiare il consumo del suolo e aiutiamo le persone con un reddito basso ad ottenere un’abitazione a condizioni favorevoli. Un grande risultato in un periodo di crisi economica che penalizza sia le famiglie che il settore edilizio

Risolta l’emergenza arsenico nella provincia di Viterbo, un problema che si trascinava da tanto tempo a cui abbiamo cercato di trovare una soluzione fin dal primo momento. Dal 1° gennaio 2015 gli impianti di depurazione sono pronti e l’acqua torna pulita. Abbiamo messo in campo 48 milioni di euro per realizzare questo intervento che ha portato alla realizzazione di 86 impianti in totale.

Efficientamento energetico e bioedilizia, abbiamo investito in tutto 100 milioni di euro per progetti innovativi in tutto il Lazio.

Risorse per sostenere il tessuto produttivo. Mettiamo a disposizione oltre 50 milioni di euro gestiti dall’assessorato allo Sviluppo economico.

172 progetti green in tutto il Lazio. Dai parchi alle strutture sociali e sportive fino alle scuole: circa 50 milioni di euro per progetti rivolti alle amministrazioni pubbliche.

Più diritti per tutte e tutti, a partire dai più deboli e da chi è in difficoltà:

Fondo non autosufficienze.  Abbiamo approvato il Programma di utilizzo delle risorse, abbiamo investito 24 milioni di euro, 13,4 per sostenere le persone con gravi disabilità. Da quest’anno abbiamo già definito la programmazione delle risorse 2014, con quattro mesi di anticipo rispetto all’attribuzione delle risorse da parte del Governo.

Piano contro l’omofobia, il più organico progetto di questo tipo realizzato in Italia: abbiamo investito in tutto 120 mila euro, l’iniziativa coinvolge 25 mila studenti  in 50 scuole.

Raddoppiati i centri antiviolenza, abbiamo anche approvato la Legge contro la violenza sulle donne.

Sosteniamo la cultura e il turismo:

Sosteniamo 18 iniziative di musica, teatro, danza sparse su tutto il territorio del Lazio. Attraverso la legge 32 abbiamo messo a disposizione oltre 6 milioni di euro. E tra le tante cose abbiamo anche promosso il riavvio del Festival di Villa Adriana a Tivoli.

La nuova legge sullo spettacolo dal vivo, passata in Consiglio, era attesa da anni dal sistema dei teatri e dalle professioni dello spettacolo.

Bandi per le startup creative. Abbiamo messo a disposizione 4 milioni di euro, sono già 91 le imprese nate grazie al fondo creatività

Sosteniamo l’audiovisivo e rilanciamo la FilmCommission. Abbiamo messo a disposizione un fondo da 15mln di euro.

Il nuovo portale VisitLazio per sostenere il turismo nella nostra Regione, siamo anche sui social network.

Missione Expo. Abbiamo condiviso gli obiettivi con tutti gli attori della regione: a Milano avremo uno spazio esclusivo per tutta la durata dell’Expo. Abbiamo anche fatto partire dei bandi : uno, da 500mila  euro, per l’utilizzo dello spazio a Milano; un altro, da 1,5 milioni, per sostenere diverse iniziative sul territorio regionale, e poi un cartellone Expo. Tra le altre cose sosteniamo diverse iniziative editoriali e sul web: dal concorso BelLazio a Dove, ai 4 volumi fotografici fino al paniere delle 100 eccellenze; e all’accordo per uno spazio riservato ai prodotti tipici del Lazio nell’hub di Fiumicino.

Digitalizzate le sale cinematografiche del Lazio, in questo modo abbiamo scongiurato la chiusura di numerose sale cinematografiche in tutta la Regione.

Aumentiamo la trasparenza:

+ 370% dei documenti sulla trasparenza sul sito della Regione; con un aumento del 52% delle news lette in home page.

Esiti della sanità online e accessibili a tutti sul sito Prevale.

A gennaio parte il Portale Open data Lazio.

Non ci fermiamo qui ma andiamo avanti per cambiare il Lazio insieme, con l’aiuto di tutte e tutti.


Tag: Blog Senza categoria
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet