13 febbraio 2013 Manifesto per una Regione dell’arte e della cultura contemporanea Vogliamo sostenere la produzione culturale, dare continuità e nuova vitalità alle tradizioni per creare nuove opportunità di sviluppo e lavoro

La cultura del contemporaneo è uno degli elementi qualificanti dell’identità e dello sviluppo di un territorio. Sostenere la produzione culturale oltre a dare continuità e nuova vitalità alle tradizioni, significa coinvolgere e utilizzare rilevanti risorse umane, sociali ed economiche, che possono contribuire alla crescita dell’intera Regione. Per questo abbiamo definito un programma fondato su quattro fondamentali linee d’azione:

  • Qualità, trasparenza e programmazione condivisa dell’intervento pubblico
  • Apertura e recupero di spazi di incontro e di produzione
  • Promozione di eventi, progetti, opportunità sul territorio
  • Sostegno alla costruzione di reti territoriali e internazionali

E articolato in 10 impegni specifici:

QUALITA’ DELLA INTERLOCUZIONE PUBBLICA NEL SETTORE 
Per garantire la qualità dell’offerta culturale pubblica saranno adottati criteri verificabili di trasparenza e obiettività nell’individuazione delle professionalità all’interno della pubblica amministrazione regionale:
– commissioni di valutazione del processo di selezione, con la partecipazione di esperti, anche internazionali.
– piena trasparenza attraverso il web con pubblicazione dei curricula e delle valutazioni della commissione.

COMMISSIONE ARTE CONTEMPORANEA
Sarà istituita una commissione di esperti che rappresentino le varie professionalità del settore e che rimarrà in carica per due anni. La Commissione si occuperà:
– di dare un’azione di supporto e consulenza nella definizione di politiche adeguate in materia di arte contemporanea
– di mantenere attivo il dialogo nel mondo dell’arte contemporanea sui programmi promossi da altre regioni, anche a livello europeo e internazionale.
– di offrire consulenza alla Regione per la progettazione culturale dei piccoli
comuni

VISIBILITA’ DELLA REALTA’ DEL CONTEMPORANEO ROMANO E LAZIALE
Sarà definito dall’amministrazione regionale, in sinergia con i comuni, un piano annuale di azioni concrete che favoriscano la presenza di artisti del territorio e degli operatori del settore nei data base nazionali e internazionali.

CENSIMENTO DEI LUOGHI PUBBLICI ABBANDONATI E RIUTILIZZABILI
Si eseguirà un censimento degli edifici abbandonati o inutilizzati in vista del loro riutilizzo.
– le strutture verranno coinvolte in un programma di recupero di luoghi ed edifici abbandonati da destinare a studi per artisti, a progetti culturali no profit esistenti e nuovi, a programmi di residenze per artisti e curatori.
– Il recupero potrà essere realizzato attraverso una cooperazione di finanziamenti pubblici e privati.

RETE DELLE CASE DELL’ARTE CONTEMPORANEA LAZIALI
Sarà avviato un programma di realizzazione di una rete di luoghi dell’arte contemporanea, sul modello Kunsthalle, sull’intero territorio laziale. Questi luoghi dovranno configurarsi quali spazi di pensiero e creazione. Tutte queste attività dovranno essere realizzate in accordo con le autorità comunali delle città coinvolte e nel pieno rispetto della vocazione degli spazi individuati.
– piccoli spazi espositivi, centri di produzione artistica, di dibattito sul contemporaneo, di formazione ed educazione di un pubblico nuovo, ma anche spazi che contribuiscono a creare un indotto prezioso che avvicina maestranze locali alla produzione.
– un’azione significativa e costante anche nelle periferie e nelle province, che spesso sono inserite in un circuito di promozione artistica decentrato e marginale rispetto a quelli consolidati.

SCUOLE CONTEMPORANEE
Sarà avviato un programma di sensibilizzazione dei ragazzi delle scuole della Regione nei confronti dell’arte contemporanea, attraverso la partecipazione ed il coinvolgimento di associazioni ed altri soggetti come le fondazioni specializzate, le università e le accademie, nella definizione di progetti selezionati da commissioni di esperti.
– i progetti dovranno essere sviluppati in relazione ad adeguati piani didattici.
– i progetti dovranno avere carattere ciclico con una durata prefissata. Ogni attività dovrà garantire lo sviluppo delle successive, così da consentire una continuità nel tempo.

EDILIZIAPUBBLICACONTEMPORANEA
In collaborazione con l’ATER e con i comuni della regione, si promuoverà l’avvio di un programma di ‘arte pubblica’ per reinventare quartieri e zone degradate. Saranno interessati edifici ed aree di proprietà della Regione e, attraverso la previsione di specifici incentivi, dei comuni.
– gli artisti saranno coinvolti nei processi di riqualificazione e riprogettazione del patrimonio, prevedendo la realizzazione di loro opere in quest’ambito.
– saranno facilitati, in quest’ottica, programmi e progetti per interventi di arte pubblica specialmente se ideati con una particolare attenzione ai territori e strutturati in modo da coinvolgere anche i cittadini con seminari di approfondimento, workshop con studenti, interventi di arte partecipata.
– sarà avviato un programma di individuazione di una serie di edifici pubblici evocativi, prioritariamente scuole, da destinare ai suddetti interventi perché siano reinventati come testimonianze dell’arte contemporanea regionale, nazionale e internazionale.

PARTNERSHIPCONTEMPORANEA
In linea con le più avanzate esperienze internazionali, sarà promosso l’avvio di un programma di coinvolgimento dei principali attori economici privati attivi nella Regione: camere di commercio, grandi società, istituti finanziari.
– promozione del collezionismo di opere realizzate da artisti della Regione
– supporto privato all’ottenimento di risorse per la promozione dell’arte contemporanea
– particolare cura sarà dedicata alla ricerca e all’utilizzo delle risorse dei fondi europei, avvalendosi delle professionalità ed esperienze presenti negli uffici della Regione.
Anche quest’aspetto sarà sotto lo stimolo e il controllo della Commissione Arte Contemporanea.

CALENDARIO LAZIOCONTEMPORANEA
In collaborazione con la Commissione Arte Contemporanea, l’amministrazione regionale definirà un Calendario LazioContemporanea per assicurare un filo conduttore alle diverse iniziative realizzate all’interno della Regione mantenendo un alto livello qualitativo ed allo tempo stesso garantendo un’offerta che eviti duplicazioni e sovrapposizionei.

LAZIOCONTEMPORANEA INTERNAZIONALE
Nell’ottica di una progressiva internazionalizzazione dell’arte contemporanea del territorio verrà promossa una politica costante di relazioni internazionali che si concretizzerà in convenzioni e gemellaggi con istituzioni pubbliche di diversi paesi del mondo.
– rafforzamento dei rapporti con le Accademie straniere esistenti ed attive nella nostra regione
– in collaborazione con le Accademie, definizione di programmi di residenze temporanee per artisti del Lazio nei diversi paesi e, al contempo, predisposizione di residenze nel territorio laziale per artisti stranieri
– definizione di programmi di scambio, anche in collaborazione con la rete delle ambasciate, dei consolati e degli istituti di cultura, con altre esperienze di regioni metropolitane
– cura e promozione di iniziative espositive sulle piazze internazionali di maggiore interesse
– istituzione di meccanismi di stage per curatori internazionali che contribuiscano a far conoscere la produzione artistica del Lazio nel mondo, anche attraverso la realizzazione di mostre e progetti che vedano coinvolti artisti locali.


Tag: Blog Senza categoria
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet
buy AAA Replica Watches rolex watches datejust tag heuer replica