24 gennaio 2013 Rispondere ai mercati rilanciando il bello, l’ambiente, l’enogastronomia Sbaglia chi dice che con la cultura non si mangia. I consumi culturali e legati al territorio sono in aumento e sono fondamentali per intercettare le richieste dei nuovi mercati

Il “buon territorio” è un fattore di ricchezza per tutti, non solo per chi lo vuole difendere: per questo adotteremo un nuovo modello di sviluppo. Trasformare la bellezza in una risorsa primaria sarà la nostra forza. Punteremo a ristrutturare e a rivitalizzare, non a consumare suolo.

Sbaglia chi dice che con la cultura non si mangia. I consumi culturali e legati al territorio sono in aumento. È il momento di rispondere alle richieste dei nuovi mercati rilanciando il bello, l’ambiente, l’enogastronomia. Dobbiamo guardare alle smart city, alle città sostenibili, non al ponte di Messina.

Questa rivoluzione gioverà anche al turismo: il turista è un “cittadino provvisorio” che per una settimana chiede le stesse cose che un cittadino chiede tutto l’anno. Per fare tutto questo, con la trasparenza e la partecipazione, bisogna attuare la riforma della governance e il taglio netto dei costi amministrativi.


Tag: Blog Senza categoria
Per partecipare alla discussione sulle ultime attività seguimi su Facebook Se vuoi essere aggiornato sulle notizie più importanti iscriviti alla newsletter.
PUOI LEGGERE ANCHE
parajumpers outlet