04/05/2017

Insieme alla Corte d’Appello di Roma contro l’abusivismo

Il protocollo sottoscritto oggi rappresenta uno strumento in più per contrastare il fenomeno dell’abusivismo e per dare certezza dell’applicazione della legge: una sinergia importante, che avrà durata quadriennale


Da oggi abbiamo uno strumento in più per contrastare il fenomeno dell’abusivismo e per dare certezza dell’applicazione della legge: stamattina abbiamo firmato un Protocollo d’Intesa per agevolare l’esecuzione delle Sentenze e dei decreti penali di condanna che abbiano ordinato la demolizione dei manufatti abusivi. Un accordo strategico per combattere l’illegalità, proteggere la qualità urbana e il paesaggio, tutelare l’economia e rendere più sicuro il territorio.

L’accordo con la Procura di Roma  si basa su due punti fondamentali:

  • Possibilità, per la Procura, di nominare i dipendenti regionali come consulenti tecnici del pubblico ministero per rendere più veloce l’esecuzione delle sentenze e dei decreti penali di condanna che obbligano alle demolizioni.
  • Accesso al fondo regionale di rotazione per le spese connesse alle attività di prevenzione e repressione dell’abusivismo edilizio da parte dell’amministrazione comunale di riferimento per i lavori dell’eventuale demolizione.

Una sinergia che avrà durata quadriennale e che trova attuazione nei casi in cui la Procura Generale della Repubblica riterrà  di coinvolgere nell’intervento di demolizione e/o ripristino, a titolo di collaborazione, la Regione e l’amministrazione comunale nel cui territorio deve essere eseguito l’intervento.