In Regione / Trasporti

Al lavoro dal primo momento per rendere le nostre strade più sicure e efficienti

Nel Lazio c’era una situazione da Medioevo: in quattro anni erano stati investiti solo 3 milioni di euro per 1500 chilometri di strade. Anche in questo caso, pur nelle difficoltà, abbiamo deciso di invertire la rotta e di fare la nostra parte. Dopo anni di incuria e di gestione errata delle risorse, siamo tornati ad investire per la manutenzione delle strade e per garantire a tutte e tutti il diritto di spostarsi in sicurezza


Cosa abbiamo trovato:

Nel Lazio gli automobilisti erano costretti a fare i conti con strade che lasciate senza manutenzione, piene di buche e con tratti pericolosi. Una situazione da Medioevo. In quattro anni erano stati investiti solo 3 milioni di euro per 1500 chilometri di strade. Anche in questo caso, pur nelle difficoltà, abbiamo deciso di invertire la rotta e di fare la nostra parte, fin dal primo momento.

 

Cosa abbiamo fatto:

Dopo anni di incuria e di gestione errata delle risorse, siamo tornati ad investire per la manutenzione delle strade e per garantire a tutte e tutti il diritto di spostarsi in sicurezza e lo abbiamo fatto sempre garantendo la piena trasparenza, dando la possibilità a chiunque di conoscere in tempo reale tutti gli interventi in corso e l’andamento dei lavori sulle strade del Lazio.

 

Mai più opere incompiute. All’interno della legge di stabilità regionale del 2015 abbiamo inserito una norma virtuosa attraverso cui definanziare le opere pubbliche, interamente coperte da finanziamenti regionali, mai avviate a distanza di tre anni dalla concessione del finanziamento. Così potremo liberare risorse importanti che si trovano bloccate su opere che esistono solo sulla carta, e possiamo sostenere a nuovi investimenti in opere pubbliche strategiche per il territorio

Abbiamo sbloccato e concluso opere incompiute da anni. È stato possibile perché abbiamo portato a termine i lavori di tante infrastrutture. Siamo partiti dalle priorità e ci siamo concentrati in particolare su alcuni interventi, come la Rieti-Torano o la nuova tangenziale dei Castelli.

Ecco come abbiamo rivoluzionato Astral, l’Azienda Strade Lazio:

  • Più trasparenza. Abbiamo attivato sul sito di Astral un sistema che garantisce la massima trasparenza sui lavori: chiunque, ad esempio, ha potuto verificare giorno per giorno lo stato di avanzamento dei lavori. Un esempio? Il lavori per il ripristino di un nuovo ponte sulla Flaminia che era crollato a luglio del 2014 all’altezza di via di Grottarossa. I lavori sono stati terminati in soli sei mesi e la pagina del progetto ha avuto ben 4.000 accessi.
  • Bilancio in attivo: quando siamo arrivati, Astral aveva debiti per 90 milioni. Li abbiamo azzerati e già il bilancio 2014 ha chiuso in attivo. Oltre a fare questo abbiamo anche impresso una grande accelerazione ai tempi dei pagamenti: quando siamo arrivati l’azienda pagava le imprese dopo 4 anni. In pochi mesi, grazie al risanamento dell’azienda, siamo riuscire a portare a pochi giorni i tempi di pagamento alle imprese.

 

Ecco una carrellata di numeri sui lavori eseguiti in questi anni da Astral, l’Azienda Strade Lazio, a partire dal 2013:

  • Lavori ultimati –61,900 milioni
  • Lavori in corso – 41,400 milioni (per il lavoro sulla SR dei Monti Lepini – tratto Prossedi-Latina è stato considerato solo l’importo dei lavori di competenza Astral, pari ad Euro 7,100 milioni. L’importo complessivo dell’opera è pari ad Euro 67,900 milioni)
  • Lavori in consegna/in aggiudicazione/in gara – 138,900 milioni
  • Lavori per Comuni ed a seguito di calamità per un importo di 5,600 milioni
  • Lavori per Comuni, lavori a seguito di calamità su Strade Regionali per un importo di 9,300 milioni
  • Lavori per realizzazione “collegamento trasversale nel comune di Campagnano al km 32+500 della SR Cassia”, per un importo di 5,000 milioni
  • Lavori sulla Rete Viaria Regionale per un importo di 2,100 milioni (riferimento alla nota della Regione Lazio, acquisita al prot. 26339/17)
  • Lavori di collegamento “Canepina Vallerano Vignanello con la Orte-Civitavecchia” per un importo di 11,200 milioni
  • Lavori per Ciampino “SP via dei Laghi – sottopasso in località Casabianca”, come richiesto dall’AU e già trasmesso alla Presidenza, per i quali è in via di sottoscrizione la convenzione tra le parti, per un importo di 13,000 milioni.
    • Convenzione sottoscritta da Regione Lazio, Astral e Comune di Ciampino il 21 novembre 2017
  • Lavori per la realizzazione del 3° lotto della ferrovia Roma-Viterbo per un importo di 20,000 milioni
  • Lavori per la realizzazione della Rieti-Torano, tratto Grotti-Rieti per un importo di Euro 30,000 milioni

 

Migliorare le infrastrutture e le strade del Lazio è stato uno dei più grandi impegni di questi anni. Non è stato facile, specialmente in un momento così difficile dal punto di vista della disponibilità delle risorse. L’abbiamo fatto a partire soprattutto dalle situazioni più difficili, e non ci siamo mai fermati: aumentare la sicurezza significa anche ridurre il rischio di incidenti.