In Regione / Ambiente

Approvata legge filiera corta: prodotti di qualità e consumo consapevole

Nel 2016 abbiamo introdotto la nuova legge sulla filiera corta, che prevede spazi riservati ai produttori di filiera corta all’interno dei mercati e nuovi sbocchi nell’ambito della ristorazione e delle mense pubbliche. Ora l’agroalimentare del Lazio è più forte: abbiamo le carte in regola per fare dei prodotti e del lavoro della terra un pilastro con cui realizzare un nuovo modello di sviluppo


Cosa abbiamo trovato:

Tra i tanti che abbiamo trovato, il Lazio scontava un vuoto normativo anche per tutto ciò che riguarda la vendita diretta dei prodotti aziendali di qualità. Anche in questo caso siamo intervenuti in modo rapido, deciso e trasparente.

Cosa abbiamo fatto:

Nel 2016 abbiamo introdotto la nuova legge sulla filiera corta, che prevede spazi riservati ai produttori di filiera corta all’interno dei mercati e nuovi sbocchi nell’ambito della ristorazione e delle mense pubbliche.

Più valore alla qualità dei prodotti e sostegno al consumo consapevole. Questa legge vuol dire tante cose, ma prima di tutto una maggiore garanzia sull’origine e sulla provenienza dei prodotti, rivalutando l’aspetto etico dell’agricoltura e creando un rapporto privilegiato, diretto e consapevole tra consumatore e produttore. Il tutto supportando la somministrazione e la vendita dei prodotti provenienti da filiera corta privi di OGM.  

Al via anche un processo di ascolto molto importante, realizzato insieme ad ARSIAL e all’Università della Tuscia ed articolato in 32 focus nei quali numerosi esperti hanno espresso il loro punto di vista sulle filiere produttive, i fattori di sviluppo, gli strumenti di governo dell’agricoltura e del settore alimentare. Da tutto questo si arriverà a un documento condiviso tra i cittadini, nei Comuni, tra le imprese.

Ora l’agroalimentare del Lazio è più forte, e abbiamo le carte in regola per fare dei prodotti e del lavoro della terra un pilastro per realizzare un nuovo modello di sviluppo nei prossimi anni, più sostenibile al livello economico, ambientale ed anche etico. Abbiamo lavorato con operosità, visione e concretezza su un settore vitale che riguarda la nostra terra, i nostri consumi alimentari, la sostenibilità e la sicurezza dei territori in cui viviamo.