12/02/2018

Completata l’area artigianale di Aprilia, qui già si stanno trasferendo nuove imprese

Grazie ad una collaborazione ritrovata tra Regione Lazio e consorzio Roma-Latina oggi è completata l’area artigianale di Aprilia. Qui già si stanno trasferendo nuove imprese. Tutte belle realtà produttive che aiutano il Lazio ad essere sempre più competitivo. Solo due settimane fa, sempre in questa provincia lo straordinario piano di investimenti con Bsp che porterà sul territorio 400 nuovi posti di lavoro


Anche qui una bella storia del Lazio che torna a crescere.  L’area che ho appena visitato è il risultato di politiche di sviluppo che vanno nella giusta direzione. Grazie ad una collaborazione ritrovata tra Regione Lazio e consorzio Roma-Latina oggi è completata l’area artigianale di Aprilia. Qui già si stanno trasferendo nuove imprese. Tutte belle realtà produttive che aiutano il Lazio ad essere sempre più competitivo. Solo due settimane fa, sempre in questa provincia lo straordinario piano di investimenti con Bsp che porterà sul territorio 400 nuovi posti di lavoro.

Tutto questo è possibile perché oggi il Lazio non è più una regione in emergenza. Noi siamo orgogliosi dei passi che abbiamo fatto e di essere su tante voci un traino per il Paese:

  • Nei primi 9 mesi del 2017 le imprese registrate nel Lazio sono aumentate dello 0,8%, media Italia +0,3% (dati Infocamere)
  • Il Lazio è la prima tra le grandi regioni per crescita degli occupati, davanti a Lombardia, Piemonte e Veneto. Gli occupati nella nostra regione nel terzo trimestre 2017 crescono del +2,7% rispetto allo stesso periodo del 2016, a fronte di una media nazionale del +1,3%.
  • Siamo ai primi posti per velocità nei pagamenti. Questo è il segnale della nuova vitalità del tessuto produttivo del Lazio che in questi anni ha resistito, ha tenuto ora e che adesso ha intrapreso un percorso virtuoso di crescita.

Ora è il momento di fare ancora uno scatto in avanti. Tre azioni per fare sistema e dare sostegno alle imprese artigiane:

  • 62,5 milioni per il credito e le garanzie con il programma FARE LAZIO: abbiamo rivoluzionato il sistema del credito regionale in questi anni. Ora mettiamo a disposizione del tessuto imprenditoriale 62,5 milioni di euro per 4 bandi sul credito, che includono azioni di piccolo credito, di riassicurazione, di garanzia sui prestiti e di garanzia equity. In questi bandi sono previsti 4 milioni di credito per l’artigianato.
  • 3 milioni per l’artigianato: Come previsto dalla legge sull’artigianato, che abbiamo riformato durante questa legislatura, diamo a tutte le imprese artigiane, quelle tradizionali e quelle innovative la possibilità di innovare ed essere più forti con il supporto di tecnologie, progetti creativi, sperimentazione di nuovi materiali.
  • il bando dà attenzione ad alcune categorie specifiche come l’artigianato artistico e l’artigianato nei comuni al di sotto dei 5 mila abitanti. Previsti incentivi e premialità per chi assume giovani under 35.
  • 20 milioni per le aree produttive ecologicamente attrezzate: c’è poi la sfida dell’efficientamento energetico, con prestiti di piccolo credito per le aziende singole e 20 milioni per le aree produttive che vogliono diventare Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate.

La sfida per lo sviluppo di lungo periodo della nostra regione si concentra attorno a tre azioni fondamentali:

  • sostenibilità: vogliamo continuare nella nostra missione di trasformare l’efficientamento da oppressione burocratica a opportunità di abbattimento dei costi
  • semplificazione: sia nelle procedure autorizzative che soprattutto nelle procedure di accesso e controllo dei bandi
  • internazionalizzazione: intesa sia come nuove risorse e nuove azioni per aiutare le imprese ad accedere ai mercati esteri sia come attrazione investimenti esteri, per i quali credo sarebbe importante ad esempio avere un’agenzia regionale ad hoc.