In Regione / Giustizia Sociale

Asili nido, anche qui abbiamo voltato pagina

Un piano senza precedenti per ampliare la rete degli asili nido pubblici e convenzionati. Abbiamo messo a disposizione fondi per la gestione degli asili nido comunali e convenzionati, per l’apertura di nuove strutture, per l’avvio di strutture già completate ma ferme a causa dell’assenza di risorse. Più attenzione e più risorse agli asili nido significa dare sicurezza e serenità alle famiglie, che abbiamo messo nelle condizioni di poter guardare con più fiducia al futuro


Cosa abbiamo trovato: 

Le famiglie e i bambini del Lazio, negli anni passati, si sono trovati a pagare le conseguenze della crisi anche per quanto riguarda gli asili nido, spesso stracolmi e senza posti a disposizione. Un diritto che negli anni è stato sempre più a rischio per tanti, ma anche qui abbiamo voltato pagina.

 

Cosa abbiamo fatto: 

Un piano senza precedenti per ampliare la rete degli asili nido sia pubblici che convenzionati. Uno dei primi provvedimenti che abbiamo preso è quello con cui abbiamo abolito le “classi pollaio”, con troppi bambini e pochi educatori. Abbiamo cancellato la norma che passava da 6 a 7 il numero dei bambini previsti per ogni educatore.

 

Ecco qualche esempio di come abbiamo affrontato il tema degli asili nido:

  • Abbiamo messo a disposizione fondi per la gestione degli asili nido comunali e convenzionati. Lo abbiamo fatto prima di tutto sostenendo i Comuni, per la gestione degli asili nido pubblici e privati convenzionati. Abbiamo messo a disposizione 10,3 milioni di risorse, che hanno consentito l’assegnazione di 4.300 voucher da 300 euro.
  • Startup asili nido. Con questi bandi, rivolti sempre ai Comuni, abbiamo sostenuto l’avvio del servizio in asili nido pubblici che erano stati ultimati ma erano comunque rimasti chiusi per assenza di fondi. Abbiamo impiegato 2 milioni di risorse, di cui hanno beneficiato circa 100 Comuni del Lazio, raggiungendo così indirettamente circa 10.000 bambini/famiglie ogni anno. In particolare le risorse sono state impiegate per acquistare attrezzature per i bambini, ammodernare gli spazi gioco e sostenere le ristrutturazioni per la tenuta termica e il risparmio energetico. Tra le altre cose sosteniamo anche il potenziamento dell’offerta formativa e la formazione degli educatori.
  • Nidi al via 1 ? 2. Con questi bandi rivolti ai Comuni abbiamo sostenuto l’apertura di nuovi asili nido pubblici. In particolare, abbiamo messo a disposizione 3,8 milioni di risorse con cui abbiamo finanziato l’apertura di 15 asili nido per un totale di circa 408 nuovi posti. Il bando Nidi al Via 2 rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse, con le quali è possibile aprire ulteriori 1300 posti nido.

 

Più attenzione e più risorse agli asili nido significa dare sicurezza e serenità alle famiglie, che abbiamo messo nelle condizioni di poter guardare con più fiducia al futuro.