10/06/2019

Con Berlinguer

Come tantissimi italiani, anche io ho ricordi nitidi della morte di Enrico Berlinguer. Ero con la folla che accompagnò il corteo funebre fino a San Giovanni, tra fiori e lacrime. Come militante della Fgci, portavo una delle tante corone. Dobbiamo raccogliere i suoi insegnamenti perchè chi oggi ha vent’anni deve poter trovare ideali capaci di dare un senso alla propria esistenza, vivere la pienezza del proprio impegno, seguire le proprie speranze e aspirazioni come studenti, donne e uomini, madri e padri, cittadini


Trentacinque anni fa moriva il leader del Pci. Da lui tre insegnamenti al Pd: il rigore morale, la battaglia per dare cittadinanza agli esclusi, l’importanza della qualità dello sviluppo. Per dare un futuro a chi oggi ha vent’anni.

Berlinguer riuscì a stringere un’alleanza con un intero popolo basata su un’ideale positivo e operoso di collettività. La sua è allora una traiettoria politica che può aprire uno spiraglio e aiutarci a trovare una vera e propria strada per una riscossa democratica e riformista.

Continua a leggere la mia riflessione sul mio blog su HuffPost Italia.