01/12/2018

Dal Lazio segnali positivi per l’Italia

Se c'è una cosa certa, è che in questa Regione c'è una squadra larghissima che tutti i giorni lavora per cambiare in meglio la situazione in favore dei cittadini. Andiamo avanti con la riduzione fiscale, confermando quella progressiva sull'Irpef e aprendo il capitolo Irap. Era un sogno ormai da dieci anni. In un momento drammatico per le imprese e per il lavoro lanciamo un segnale in controtendenza. E lo dà il Lazio


Oggi insieme ai consiglieri dell’Alleanza abbiamo iniziato a proiettare la vita del Lazio in una nuova fase, legata all’approvazione del bilancio e alla sessione che si aprirà in consiglio la prossima settimana. In questi giorni sono stato in assoluto silenzio per rispetto delle dinamiche consiliari e per la legittimità di un atto messo in campo da alcuni consiglieri regionali con la discussione, in consiglio, che si è conclusa con i numeri che hanno respinto la mozione di sfiducia.

Andiamo avanti con la riduzione fiscale, confermando quella progressiva sull’Irpef e aprendo il capitolo Irap. Era un sogno ormai da dieci anni. Grazie al risanamento di questi anni, grazie allo sforzo di efficientamento, in un momento drammatico per le imprese e per il lavoro, lanciamo un segnale in controtendenza. E lo dà il Lazio. Abbiamo poi previsto un fondo, nel triennio, di circa un miliardo di euro l’anno per ridurre la fiscalità della nostra regione. Un segnale che la società e i lavoratori si aspettavano e noi vogliamo dare.

Nel bilancio c’è anche una rivoluzione culturale storica. Prevediamo la concessione a titolo gratuito per 50 anni dei beni immobili regionali di interesse storico, artistico e archeologico allo Stato, agli enti locali, a quelli ecclesiastici e al terzo settore.

Da lunedì la manovra arriverà in Consiglio lavorando alla luce del sole. Sarà aperta al confronto e supportata da un’alleanza e da un patto d’Aula che resta in campo per tutelare che gli accordi in questo Consiglio non vengono fatti sotto banco ma alla luce del sole e di un patto che permette una Gestione trasparente pur in un momento di difficoltà che stiamo vivendo. Se c’è una cosa certa, è che in questa Regione c’è una squadra larghissima che tutti i giorni lavora per cambiare in meglio la situazione in favore dei cittadini.