05/06/2018

Un nuovo centro di salute mentale a Pomezia, per essere vicini a chi è più fragile

Il centro, completamente nuovo e più grande del precedente, rappresenta un punto di riferimento importante per la presa in carico dei pazienti con disagio psichico: in questa nuova realtà vengono offerte attività di prevenzione, trattamento e riabilitazione del disagio psichico, ma anche nuovi servizi, come quelli legati alle attività del centro riabilitativo diurno e ai progetti di residenzialità assistita


A Pomezia  un nuovo centro di salute mentale. Una bella notizia per questo territorio perché questo centro rappresenta un punto di riferimento importante per la presa in carico dei pazienti con disagio psichico: serve un bacino di utenza molto ampio (circa 115 mila abitanti) e ha un accesso di circa 1.700 persone l’anno e circa 19 mila prestazioni, comprese le domiciliari.

Tanti i servizi a disposizione dei pazienti con disagio psichico. In questa nuova realtà vengono offerte attività di prevenzione, trattamento e riabilitazione del disagio psichico, ma anche nuovi servizi, come quelli legati alle attività del centro riabilitativo diurno e ai progetti di residenzialità assistita. Molto importante sarà la dotazione di un campo sportivo polivalente: lo sport può essere uno strumento fondamentale per la riabilitazione e il reinserimento sociale dei pazienti.

Il personale. Il personale sarà per la maggior parte composto da professionisti già in organico. A breve verranno assunti a tempo indeterminato dalla Asl 8 psichiatri che in parte verranno destinati al centro di salute mentale di Pomezia.

Il nuovo centro è nuovo e non pesa con i costi dell’affitto. Abbiamo investito su un centro completamente nuovo, più grande del precedente e, a differenza del precedente, di proprietà della Asl. Il risparmio ottenuto dalla dismissione della precedente sede in affitto è pari a circa 50.000 euro l’anno, che possiamo investire in nuovi servizi.

Oggi è una giornata positiva, è un preciso compito delle istituzioni garantire a persone con fragilità mentali luoghi di cure adeguati e rispettosi delle necessità, oltre che della dignità dei pazienti non solo a Roma, ma anche in altri aree del Lazio.