In Regione / Economia

Cinema e audiovisivo: Lazio leader in Italia e in Europa

Oggi la nostra è la seconda regione d’Europa per volume di investimenti nel cinema dopo Berlino-Brandeburgo: tra il 2013 e il 2017 abbiamo investito circa 102 milioni di euro a sostegno del settore del cinema e dell’audiovisivo: significa creare opportunità di lavoro e sviluppo per un settore che coinvolge tantissime figure: artigiani, costumisti, sceneggiatori, troupes, registi. Un grande mondo dell’audiovisivo che porta lavoro, crescita e qualità.


Cosa abbiamo trovato:

Un potenziale sprecato: la Regione era fuori dalla Film Commission, non investiva a dovere sul cinema, sulle produzioni italiane e internazionali. Noi invece abbiamo sempre pensato che il cinema è un’opportunità importantissima di lavoro e sviluppo. Per questo abbiamo invertito la rotta, in modo netto e radicale. Oggi questo è un settore che crea occasioni nuove per le persone.

 

Cosa abbiamo fatto:

Dare forza al cinema e alle produzioni italiane e internazionali ci ha consentito non solo di sostenere la realizzazione di prodotti di qualità, ma anche di lavorare per aiutare le nostre imprese favorendo l’attrazione di nuovi investimenti e la possibilità di promuovere con nuovi strumenti la ricchezza e la bellezza del Lazio. Il cinema, tra l’altro, rappresenta anche una fonte importante di occupazione e lavoro.

 

Il Lazio oggi è la seconda regione d’Europa per volume di investimenti nel cinema dopo Berlino-Brandeburgo: tra il 2013 e il 2017 abbiamo investito circa 102 milioni di euro a sostegno del settore del cinema e dell’audiovisivo. I finanziamenti hanno premiato interventi a favore della produzione, delle manifestazioni e delle strutture cinematografiche. In questi anni sono aumentate le produzioni, le coproduzioni cinematografiche, sono stati valorizzati i luoghi e le bellezze del Lazio, spesso set e palcoscenici di film che hanno avuto grande successo in Europa e nel mondo. Un grandissimo passo avanti anche in questo settore.

Ecco alcune delle azioni principali di questi anni:

  • il Fondo Cinema per valorizzare il Lazio e creare occasioni di lavoro. Lo abbiamo fatto in tanti modi, prima di tutto sostenendo la produzione di opere cinematografiche e audiovisive italiane, europee ed extraeuropee attraverso le quali rendere il Lazio un sito privilegiato di attività, forza lavoro, location, postproduzione, studi, per tutte le società di produzione. Nel caso in cui l’opera restituisca l’immagine del territorio regionale viene riconosciuta un’aliquota aggiuntiva alla sovvenzione pari al 10%. Un po’ di numeri: 1300 le opere finanziate, 53 quelle candidate ai David di Donatello negli ultimi 4 anni, 38 le statuette vinte dai film del Lazio tra il 2014 e il 2017. 47,4 milioni le risorse impiegate, e sono in fase di valutazione altre 426 istanze presentate nel 2017.
  • la digitalizzazione delle sale cinematografiche, attraverso due linee d’intervento, fondi regionali e fondi POR FESR 2007-2013: la prima a favore delle associazioni senza scopo di lucro e sale cinematografiche della comunità, la seconda a favore delle piccole e medie imprese. 97 le sale finanziate con risorse regionali e POR FESR, 3,5 milioni il totale delle risorse impiegate.
  • la digitalizzazione delle sale parrocchiali e arene cinematografiche, un sostegno importante per tante piccole realtà, grazie al quale è stato possibile realizzare interventi di adeguamento tecnologico di 11 sale a Roma e 3 a Latina. 550mila euro il totale delle risorse impiegate.
  • la rifunzionalizzazione di sale cinematografiche fuori dai centri storici. Siamo la prima Regione ad aver recepito le disposizioni sulla disciplina del cinema e dell’audiovisivo: con l’intervento diretto, nel Lazio si potranno ristrutturare e potenziare le sale cinematografiche esistenti ed i centri polifunzionali.
  • il Bando Lazio Cinema International, abbiamo messo a disposizione 30 milioni di euro per il sostegno alla realizzazione di opere cinematografiche e audiovisive da parte di imprese del Lazio in coproduzione con imprese estere. Le risorse utilizzate provengono dai fondi POR FESR 2014-2020. Con le edizioni 2015 e 2016 abbiamo cofinanziato ben 39 opere che generano un totale di oltre 142 milioni di euro di investimenti complessivi.
  • rassegne e Festival del cinema e dell’audiovisivo, 3 milioni di euro per il sostegno, attraverso contributi, a iniziative da realizzare sul territorio regionale sulla promozione e la valorizzazione della cultura cinematografica ed audiovisiva: festival, rassegne, convegni, digitalizzazione archivi, attività di conservazione, restauro e fruizione del patrimonio audiovisivo, iniziative in ambito sociale. Centinaia le iniziative finanziate, 268 tra il 2014 e il 2017.
  • il fondo di rotazione per le giovani imprese: 1,250 milioni di euro di prestiti a tasso agevolato alle piccole e medie imprese del Lazio in fase di avviamento per la realizzazione di opere.
  • Partecipazione della Regione Lazio alle fondazioni Cinema per Roma e Film Commission. Partecipazione, in qualità di socio fondatore, a tutte le attività delle Fondazioni ed in particolare, con la Fondazione Cinema, alla realizzazione della Festa del Cinema di Roma e del Fiction Fest, eventi di rilevanza internazionale. Oltre 6,5 milioni le risorse impiegate.
  • il sostegno a post-produzioni con Creatività 2020 Parte dei 9,24 milioni di euro è destinata a progetti di produzione e distribuzione crossmediale; post-produzione digitale.
  • cinema nelle Biblioteche, con 80 proiezioni di 20 film indipendenti italiani in 40 biblioteche del Lazio. I poli bibliotecari che hanno aderito sono il Sistema bibliotecario Ceretano Sabatino, il Consorzio Bibliotecario dei Castelli Romani, il Sistema bibliotecario Sud Pontino e il Polo bibliotecario Viterbese.
  • il programma LAZIO@INTERNATIONAL, con azioni di internazionalizzazione attraverso la partecipazione alle più importanti manifestazioni internazionali (Ventana Sur, Cannes, MIA etc.); promozione delle imprese della post-produzione nei mercati internazionali di settore e in eventi fieristici (Ventana Sur, Cannes, Fiera del restauro di Ferrara etc.). 30 milioni le risorse impiegate, 16 i progetti finanziati con il primo bando, per 7 milioni di euro; 14 quelli finora finanziati con il secondo, per 5 milioni di euro.
  • la promozione della cultura cinematografica ed audiovisiva, con il sostegno alla realizzazione di festival e rassegne cinematografiche, di eventi sull’evoluzione dell’industria audiovisiva e attività di conservazione e restauro del patrimonio cinematografico e audiovisivo. 2,16 milioni le risorse impiegate, oltre 300 i progetti finanziati. Coinvolte sale cinematografiche indipendenti, circuiti di associazioni, scuole, biblioteche, case circondariali e archivi di storia del cinema.
  • linea?Torno Subito? All’interno del Bando ‘Torno Subito’ è stata introdotta dal 2015 una specifica linea ‘cinema’. I vincitori di Torno Subito Cinema sono stati 72 nell’edizione 2015, 225 nell’edizione 2016 e 193 nell’edizione 2017, per un totale di 490 progetti finanziati. Hanno realizzato progetti presso scuole quali la New York Film Academy, Lee Strasberg Theatre and Film Institute, Escola de Cinema de Barcelona, Escuela Internacional de Cine Y Television de San Antonio de Los Baños (Cuba).
  • Movieland, lanciato dall’Agenzia Regionale del Turismo con Film Commission nel 2016, è un concorso dedicato alle webseries di qualità (puntata zero) per promuovere il Lazio e la Capitale.
  • il cinema nelle scuole con i Progetti ABC Nato alla fine del 2008, il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura è rivolto alla formazione culturale delle giovani generazioni con i Progetti Scuola.

Sostenere il cinema significa creare opportunità di lavoro e sviluppo per un settore che coinvolge tantissime figure: artigiani, costumisti, sceneggiatori, troupes, registi, un grande mondo dell’audiovisivo che porta lavoro, crescita e qualità.