In Regione / Salute

Con la telemedicina cure più efficienti e veloci in caso di infarto

Con il Telemed, a disposizione in tutto il Lazio, l’elettrocardiogramma del paziente viene trasmesso direttamente dall’ambulanza del 118 alla struttura ospedaliera, consentendo così di risparmiare minuti preziosi, che possono essere vitali, e di intervenire più velocemente. Un nuovo passo avanti per migliorare la rete dell’emergenza nel Lazio


Cosa abbiamo trovato:

Il sistema dell’emergenza del Lazio era uno di quelli più in sofferenza, basti pensare che i mezzi per l’emergenza sanitaria della nostra Regione avevano una media di circa 12 anni e spesso avevano sulle spalle anche più di 250mila km: abbiamo deciso di sostituirli con mezzi più nuovi, innovativi e sicuri e con l’occasione, a Viterbo, abbiamo avviato in via sperimentale il progetto Telemed, poi esteso a tutto il Lazio.

 

Cosa abbiamo fatto:

Il progetto TELEMED rende l’intervento più veloce e tempestivo in caso di necessità, perché l’elettrocardiogramma del paziente viene trasmesso direttamente dall’ambulanza del 118. Tra gennaio e agosto del 2017 sono 253 i pazienti a cui è stato diagnosticato un infarto miocardico acuto, e che sono stati trasportati direttamente in strutture ospedaliere con emodinamica, senza passare per il pronto soccorso.

Minuti preziosi risparmiati: migliaia gli elettrocardiogrammi effettuati, rendendo più veloci e tempestivi gli interventi in caso di infarto. Tutto questo, chiaramente, può anche rappresentare una discriminante tra la vita e la morte. Per questo, in coincidenza con l’arrivo di 86 nuove ambulanze, abbiamo deciso di estendere il servizio all’intera regione. In totale sono 6.627 gli elettrocardiogrammi effettuati dal 1° gennaio al 31 agosto 2017 direttamente sul mezzo del 118.

Il Servizio è attualmente attivo sulle 12 ore tutti i giorni dell’anno festivi inclusi. Attualmente è in fase di realizzazione da parte della Regione Lazio una campagna formativa/informativa indirizzata alla popolazione e volta alla corretta individuazione dei sintomi nonché alla corretta attivazione del percorso clinico assistenziale dell’emergenza per il tramite del Servizio dell’Emergenza-Urgenza Sanitaria 118.

Una vera e propria rivoluzione per il sistema dell’emergenza del Lazio, che era uno di quelli più in sofferenza e che, passo dopo passo, sta cambiando volto. Anche questo significa garantire servizi migliori ai cittadini, alleggerire la pressione su di loro e mostrare il lato migliore dello Stato, che cambia e investe per elevare la qualità delle cure.