08/07/2019

Al governo sono nervosi perché non sanno far quadrare i conti

Il governo gialloverde a livello parlamentare è in piedi soprattutto per i voti del Movimento 5 stelle. È un governo sostenuto dai parlamentari Cinque stelle, ma governato politicamente da Matteo Salvini. Il provvedimento per evitare all'Italia la procedura di infrazione è stato votato senza i due leader politici che dovevano esserne responsabili


Il governo gialloverde a livello parlamentare è in piedi soprattutto per i voti del Movimento 5 stelle. È un governo sostenuto dai parlamentari Cinque stelle, ma governato politicamente da Matteo Salvini. E l’Italia vive questa grande contraddizione.

Il nervosismo di queste ore ha un motivo: a ottobre bisogna far quadrare i conti e non sanno come fare. Non va bene per l’Italia perché il prodotto finale è che il Paese è paralizzato. E i risultati si vedono: la crescita è zero, il debito pubblico aumenta, la procedura di infrazione è stata evitata perché hanno tagliato le misure bandiera come ‘quota cento’ e il reddito di cittadinanza.

Il provvedimento del governo che ha evitato la procedura di infrazione è stato votato con i due vicepremier che sono usciti dalla riunione del Cdm. Il provvedimento più importante per evitare che l’Italia subisse per la prima volta nella storia la procedura di infrazione è stato votato senza i due leader politici che dovevano esserne responsabili. Lo denuncio perché questo è un altro segnale di quanto in questo momento il Paese non sia governato.