13/07/2019

Costituente delle idee, abbiamo bisogno del tuo aiuto

Oggi abbiamo lanciato la Costituente delle idee. Chiamiamo le persone a discutere e a costruire il futuro. Riaccendiamo l’Italia verde, giusta, competitiva. 10 proposte sono già online: sono valori, proposte e domande per riaccendere il Paese. Un partito radicalmente nuovo, una comunità organizzata


Oggi abbiamo lanciato la Costituente delle idee. Chiamiamo le persone a discutere e a costruire il futuro.  Riaccendiamo l’Italia verde, giusta, competitiva. 10 proposte sono già online: sono valori, proposte e domande per riaccendere il Paese. Tutti possono dare il loro contributo, e dall’8 al 10 novembre ci vediamo a Bologna per un grande appuntamento sulla Costituente delle Idee.

Il Pd sarà anche il partito digitale. Senza copiare nessuno, con il partito digitale puntiamo a 4 obiettivi: partecipazione, fiducia, attivismo digitale e trasparenza. Non vogliamo la piattaforma Rousseau: il nostro dovrà essere uno strumento di democrazia, fiducia e trasparenza. Ho chiesto a Francesco Boccia di coordinare questo lavoro sul Pd digitale e sulle politiche connesse all’economia e alla società digitale.

Siamo noi la vera alternativa

Con il governo gialloverde l’Italia è inaffidabile ed esposta alle scorrerie degli stranieri. Ho il sospetto che il Governo sia filorusso con i russi, filoamericano con gli americani, filocinese con
i cinesi. Così l’Italia sta diventando un Paese inaffidabile e sempre più esposto ai rischi e alle scorrerie di troppi attori globali. Nessuna potenza straniera deve poter condizionare il nostro Paese.

Vai qui per vedere il mio intervento completo all’Assemblea Nazionale del 13 luglio

Dobbiamo opporci, c’è una loro strategia per portare via l’Italia dall’Ue e dalla Nato. Non è solo il finanziamento ai partiti l’elemento inquietante dell’inchiesta sui presunti fondi russi alla Lega ma una strategia politica che avanza su due piani: è la volontà di distruggere le istituzioni europee con accanto forze di destra vecchie e nuove, e il superamento delle collocazione italiana nella Nato.

Lo dico con chiarezza: mai il modello uomo solo alla Salvini. Non voglio, non credo e non praticherò mai il modello Salvini, quello dell’uomo solo al comando: sarebbe il preludio della solitudine e della sconfitta. Sono orgoglioso del nuovo presidente del parlamento europeo, David Sassoli, un democratico, europeista convinto. Siamo noi a rappresentare l’Italia nelle istituzioni europee. Vai qui per l’intervento di David Sassoli

Al Partito Democratico serve una rivoluzione o non ce la facciamo a svolgere il nostro ruolo. La riforma del partito è necessaria: non si può andare avanti con un partito che è un
arcipelago di luoghi in cui si esercita in modo disordinato la sovranità. Il regime correntizio appesantisce e soffoca tutto. Serve un partito radicalmente nuovo, una comunità organizzata.