03/09/2018

Un nuovo deposito Cotral a Blera: la rivoluzione continua, al lavoro

Oggi apriamo il nuovo deposito per i bus Cotral a Blera, in provincia di Viterbo. Un luogo sicuro, protetto, a impatto ambientale zero e moderno. Perché il miglioramento del trasporto pubblico passa anche da qui: nuovi bus, viaggi più confortevoli, depositi sicuri. La rivoluzione Cotral continua, al lavoro


1,2 milioni di euro per rimettere a nuovo il deposito Cotral di Blera, in provincia di Viterbo: è l’investimento di Cotral per questa struttura che da oggi è autosufficiente a livello energetico e ospita 26 bus. E poi ci sono 40 autisti che finalmente possono lavorare in un luogo più sicuro e con i servizi necessari al buon funzionamento del trasporto pubblico e pienamente integrato con il paesaggio.

L’inaugurazione del nuovo deposito è importante sempre perché è un segnale verso la qualità della vita, del lavoro, di una parte fondamentale dell’azienda come appunto i lavoratori e soprattutto gli autisti. Ma oggi festeggiamo anche un’altra grande novità: è che ce l’abbiamo fatta. Cotral alcuni anni fa, quando sono stato eletto presidente, era un’azienda bollita, fallita, con milioni di euro di disavanzo l’anno, conti sul lastrico. Avevamo difficoltà a pagare stipendi. Cottarelli, allora commissario della spending review disse che Cotral era tra peggiori, se non la peggiore azienda italiana di trasporto pubblico. Ce la siamo vista brutta, con i furboni che dicevano “privatizzate, vendete”: abbiamo tenuto duro con un gruppo dirigente di altissimo livello che ha messo il cuore e la passione per risolvere problemi. Così abbiamo vinto: oggi Cotral produce milioni di attivi all’anno, è un’azienda che funziona oltre 400 nuovi bus già acquistati e presto ne arriveranno altri 400, anche in questo deposito.

Abbiamo riqualificato un’area degradata raggiungendo un traguardo importantissimo che fino a qualche anno fa sembrava impossibile perché ora Cotral è un’azienda risanata che può investire risorse proprie per garantire servizi migliori ai cittadini e ai dipendenti.

Il piano di risanamento per i depositi Cotral: ecco cosa abbiamo fatto finora. Cotral sta lavorando per avere depositi efficienti ed autosufficienti in tutta la Regione, che garantiscano all’interno la manutenzione, il lavaggio dei mezzi e il rifornimento. Siamo già intervenuti sul deposito di Genazzano dove investiremo ulteriori 700 mila euro. Abbiamo fatto ex novo un deposito a Rieti (inaugurato un paio di anni fa). Siamo intervenuti su tutto il nodo di scambio di Ponte Mammolo. È stata rimessa a nuovo anche la sala d’attesa e autisti del capolinea Cotral di Tivoli (uno dei più grandi in provincia di Roma). A breve partiranno i lavori per sistemare la sala d’attesa del deposito di Montelibretti e tutta l’area tra la stazione dei bus e la stazione ferroviaria. E già partita la gara per un investimento di 200 mila euro per un nuovo deposito a Monterotondo. In fase di progettazione il nuovo deposito di Minturno.     

Più di 800 nuovi bus in tutto il Lazio. La rivoluzione del trasporto pubblico continua anche grazie al rinnovo della flotta dei bus che ha già permesso di mettere in servizio 427 mezzi nuovi in tutto il Lazio con un investimento di circa 100 milioni di euro. Ora è in fase di aggiudicazione la nuova gara per un investimento di altri 190 milioni di euro che porterà altri 400 nuovi mezzi in servizio in tutta la regione.