12/06/2019

Esportazioni delle aziende: boom nel Lazio, +21%

Boom dell’export nel Lazio, +21% nei primi tre mesi del 2019: siamo sulla strada giusta e andiamo avanti così per creare lavoro e sviluppo e sostenere la crescita delle piccole e medie imprese. È un esempio del fatto che se si lavora bene i risultati arrivano


I dati Istat appena diffusi sull’export ci dicono che nei primi 3 mesi del 2019 il Lazio registra un boom dell’export: +21% a fronte di una media nazionale del +2%. Il Lazio (dopo il Molise) è la prima regione per aumento dell’export nei primi 3 mesi del 2019. In valori assoluti nei primi 3 mesi del 2019 l’export laziale raggiunge i 6 miliardi 577 milioni, con un aumento di 1,1 miliardi di euro rispetto ai primi 3 mesi del 2018. La quota dell’export Lazio sale al 5,7% del totale export italiano dal 4,8% del primo trimestre 2018. Una spinta determinante arriva dal settore farmaceutico, da sempre eccellenza della regione.

Sono dati straordinari e confermano la validità delle politiche che abbiamo promosso in questi anni alla Regione Lazio. Risultati che sono uno stimolo per continuare a impegnarci sempre di più, ma senza dubbio stiamo percorrendo la strada giusta.

Il Lazio è ormai una locomotiva per il Paese anche in un ambito, quello delle esportazioni, che era da sempre considerato un punto debole del nostro sistema produttivo. La strategia che abbiamo programmato nei prossimi anni darà un’ulteriore spinta all’internazionalizzazione e alla crescita in particolare delle piccole e medie imprese del Lazio.

La nostra è una programmazione seria e lungimirante per sostenere gli investimenti delle aziende e per creare lavoro e sviluppo, sempre nel rispetto delle politiche di bilancio come testimonia il miglioramento del rating della Regione Lazio annunciato qualche giorno fa da Fitch. Il Lazio è più forte: l’aumento dell’export è un’altra importante conferma.