14/05/2018

Case Ater Primavalle: un altro impegno mantenuto

Con questo edificio puntiamo sulla qualità, l’alta efficienza energetica e la richiesta di alloggi di dimensioni ridotte: per la prima volta l’Ater investe in un impianto fotovoltaico da 18 kilowatt che consentirà di produrre energia per gli ambienti comuni senza incidere sulla bolletta. Inoltre l’Ater venderà l’energia in più prodotta dall’impianto e userà il ricavato per la manutenzione dell’immobile


A Primavalle per migliorare la qualità della vita di questa periferia. Qui c’è un immobile dell’Ater interamente ricostruito, ora è più accogliente e moderno, ad alta efficienza energetica grazie a pannelli solari costruiti sul tetto che daranno energia a tutte le abitazioni. È un simbolo di riscatto e anche di come le Istituzioni possano dare risposte concrete ai bisogni delle persone. In parte si tratta di interventi già iniziati o che inizieranno nelle prossime settimane a Torrevecchia, Primavalle, Tor de’ Schiavi. Seguiranno San Basilio, Pietralata, Quarticciolo, Tor Vergata, Garbatella e Ostia.

Ecco tutti i dettagli:

  • I fondi. Con investimenti per 2,2 milioni di euro affrontiamo con responsabilità uno dei temi più importanti che esistono: l’emergenza abitativa e il diritto alla casa.
  • I destinatari: 18 nuclei familiari finalmente riceveranno un’abitazione. Il progetto originario prevedeva 12 alloggi. Durante la fase di realizzazione è stato deciso di aumentare il numero delle unità abitative adattando le tipologie all’attuale richiesta di alloggi di piccole dimensioni rimanendo all’interno del finanziamento stanziato con 6 appartamenti in più.
  • Contiamo di consegnare entro l’estate gli appartamenti al Comune di Roma che assegnerà gli appartamenti. Lo stato di avanzamento del cantiere è al 90%.

Con questo edificio puntiamo sulla qualità, l’alta efficienza energetica e la richiesta di alloggi di dimensioni ridotte: per la prima volta l’Ater investe in un impianto fotovoltaico da 18 kilowatt che consentirà di produrre energia per gli ambienti comuni senza incidere sulla bolletta. Inoltre l’Ater venderà l’energia in più prodotta dall’impianto e userà il ricavato per la manutenzione dell’immobile.

Consegneremo ai cittadini appartamenti che escano fuori dai soliti canoni dell’edilizia pubblica, spesso fatta di casermoni privi di servizi. L’altra bella notizia che voglio dare oggi è che grazie ad un investimento della Regione di 11,8mln di euro l’Ater potrà eseguire lavori di ristrutturazione straordinaria su nove immobili di edilizia popolare pubblica su tutto il territorio di Roma: i lavori sono già partiti a Torrevecchia, Primavalle e Tor De schiavi. Seguiranno San Basilio, Pietralata, Quarticciolo, Tor Vergata, Garbatella e Ostia.