16/02/2019

Contest in stile X Factor: a caccia di giovani talenti

LazioSound è il nuovo programma che abbiamo pensato alla Regione Lazio per sostenere la produzione, promozione, distribuzione, formazione e internazionalizzazione di artisti e band. Un contest in stile X-Factor, con una giuria che selezionerà le migliori proposte e aperto a musicisti dai 14 ai 35 anni Non ci siamo voluti chiudere in noi stessi ma aprirci ai territori coinvolgendo realtà musicali che ogni giorno creano nuove opportunità: è una spinta che vogliamo dare a quei giovani che amano esprimersi tramite la musica, che vogliono emergere, ma che a volte non ce la fanno


di Arianna Di Cori, La Repubblica, 16 febbraio 2019

Sanremo ne è stata la coronazione mainstream, ma gli osservatori della scena musicale se ne erano accorti già da tempo. Il futuro della musica emergente è made in Roma. I giovani talenti che hanno portato una ventata di rinnovamento sul palco dell’Ariston sono solo la punta dell’iceberg di un fermento che a suon di indie, trap, rock, rap, pop, invade le strade della città. Realtà nate dal basso, dalla Tor Bella Monaca dei Nuova Roma, collettivo che unisce diversi artisti hip hop di tutti i quartieri, passando per il Tufello di Rancore (che ha rappato insieme a Daniele Silvestri), oppure i ragazzi del No Face Studio (del quale fa parte Achille Lauro) e l’etichetta Honiro che nella sua scuderia vanta Ultimo. E poi i festival di musica indipendente, come Roma Brucia, che da 6 anni infiamma il palco estivo di Villa Ada.

Adesso tra i player di una scena non più ascrivibile solo all’underground arriva anche la Regione Lazio. Dopo aver patrocinato lo scorso novembre gli “stati generali della musica indipendente” promosso dal Mei (meeting delle etichette indipendenti), la Regione lancia LazioSound, un programma per sostenere la produzione, promozione, distribuzione, formazione e internazionalizzazione di artisti e band. Un contest in stile X-Factor, con una giuria che selezionerà le migliori proposte e aperto a musicisti dai 14 ai 35 anni.

«Non ci siamo voluti chiudere in noi stessi ma aprirci ai territori coinvolgendo realtà musicali che ogni giorno creano nuove opportunità – spiega il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti – è una spinta che, con discrezione, vogliamo dare a quei giovani che amano esprimersi tramite la musica, che vogliono emergere, ma che a volte non ce la fanno». La call, lanciata ieri e con scadenza fissata al 15 marzo, nel giro di poche ore ha già raccolto 10 proposte. Per partecipare basta registrarsi sul portale www.regione.lazio.it/laziosound, e mandare una demo di un brano.

Una giuria di esperti formata dai partner Radio Rock, Atcl, Mei, Dominio Pubblico, Marte Live, Arte2o, Smash, Blond Records e CinicoDisincanto selezionerai pezzi migliori. 116 semifinalisti prenderanno parte a un format radiofonico ideato da RadioRock, e parteciperanno a cinque serate live. E ancora 30 ore di sala prove professionale, partecipazione a festival, corsi di formazione. Per i quattro finalisti sarà finanziata la distribuzione di due brani sulle diverse piattaforme di vendita e streaming online. E per il vincitore 5 giornate in studio, 200 vinili o 500 cd, la realizzazione di un video clip e due viaggi: un tour tra i locali di Tokyo e la partecipazione alla Féte du Canada, a Montreal, il E luglio. E chissà se qualcuno dei partecipanti il prossimo anno calcherà iI palco dell’Ariston.