07/09/2018

10 anni dopo Lehman: capire per governare il futuro

10 anni fa il default di Lehman Brothers, la quarta banca degli Stati Uniti. Inizia la crisi della finanza globale che dura ancora oggi. Come costruire un futuro di crescita ed equità? Ci confrontiamo il 14 settembre a Roma in un appuntamento promosso dalla Regione Lazio.


Alle 5 di mattina del 15 settembre del 2008, Lehman Brothers, la quarta maggiore banca degli Stati Uniti, chiedeva l’ammissione al Chapter11 dichiarando, nella sostanza, il default.

Era l’inizio della crisi finanziaria globale. Una crisi che ha stravolto l’economia del pianeta e che è stato un “punto di svolta” paragonabile forse solo a eventi quali la caduta del muro di Berlino o il crollo delle Torri Gemelle.

Il cortocircuito tra la finanza globale, mobile, invisibile e le persone comuni, con le loro aspettative e le loro necessità concrete, ha dato vita alla tempesta perfetta. Ne è emerso un mondo più diviso, più impaurito, più diseguale. Che obbliga la politica a cambiamenti profondi, nuovi comportamenti, risposte all’altezza.

Il 14 settembre, per ricordare quell’evento, la Regione Lazio ha promosso il convegno10 anni dopo Lehman“, nello spazio WeGil di Roma. L’occasione di una riflessione ampia, che vedrà la partecipazione di esponenti di primo piano del mondo economico, universitario, imprenditoriale e sociale e che ha un punto centrale: affrontare il tema della disuguaglianza, le sue radici economiche e politiche, capire in profondità quello che è successo, ma soprattutto confrontarsi sul modello di sviluppo che dobbiamo scegliere in questo tempo nuovo.

Leggi il mio intervento su HuffPost Italia