21/05/2019

Il Pd presenta la mozione per la dichiarazione dello stato di emergenza ambientale e climatica

Con il gruppo Pd del Senato abbiamo depositato una mozione parlamentare affinché anche in Italia sia dichiarata l'emergenza ambientale e climatica. La sostenibilità è l'unico modello possibile per garantire il pianeta e l'unica possibilità che abbiamo per guardare al futuro con serenità


Non possiamo perdere tempo, abbiamo un solo pianeta: la mozione del PD al Senato.  Il governo italiano non ha firmato per azzerare le emissioni entro il 2050.  Per questo con il Pd al Senato abbiamo depositato una mozione parlamentare affinché in Italia sia dichiarata l’emergenza ambientale e climatica. La mozione è stata inviata a tutti i parlamentari, ma dalla maggioranza finora non abbiamo ricevuto alcuna risposta.

Il mio impegno è avviare una stagione in cui la sostenibilità ambientale sia centrale: non solo un paragrafo di un programma di governo, ma un modo di sviluppo del sistema Paese e del sistema europeo. È l’unico  modello possibile per garantire il pianeta e l’unica possibilità che abbiamo per guardare al futuro con serenità.

Il Partito democratico lancia la sua proposta sul clima per indicare all’Italia un modello di sviluppo possibile, per creare lavoro attraverso la rivoluzione verde. La sostenibilità ambientale non è un vincolo ma un modo per produrre in maniera diversa, rendere più competitivi i prodotti, salvare il pianeta. Questo non si può fare con degli spot ma con delle scelte di campo molto nette.

Il piano verde è uno dei punti fondamentali del nostro Piano per l’Italia. Queste richieste non sono bombe non di  distrazione di massa, come le balle dette in queste ore per cercare di distrarre gli italiani sulla situazione del Paese, ma bombe di  attenzione per dire che c’è un altro modo per creare benessere che non richiede pacche sulle spalle a Greta e poi tutte rimane com’è ma  coerenza e impegno dell’amministrazione. Un impegno che noi siamo  intenzionati a rispettare perché serve all’Italia. Leggi le proposte per il Fondo verde.