In Regione / Comunità

Nuova vita alle case cantoniere abbandonate

Abbiamo deciso di trasformare questo patrimonio in perdita in un’occasione nuova per il territorio, con tanti servizi per la cultura e la solidarietà. In questo siamo andati incontro anche alle esigenze di Comuni e associazioni. Anche questo sembrava un sogno ma è diventato realtà


Cosa abbiamo trovato:

Nel Lazio, così come in tutto il Paese, c’erano tante vecchie case cantoniere abbandonate, quelle rosse, con la scritta “Anas”: un piccolo grande patrimonio sprecato. Anche in questo caso abbiamo lanciato una sfida, un progetto nuovo poi ripreso anche dal Ministero, quello sul recupero e il riuso pubblico di queste strutture. Anche questo sembrava un sogno ma è diventato realtà.

Cosa abbiamo fatto:

Siamo stati i primi a immaginare un progetto di riqualificazione delle vecchie case cantoniere ex Anas abbandonate: passo dopo passo le abbiamo trasformate in spazi per attività culturali e sociali aperti a tutti. Lo abbiamo fatto con un bando è rivolto ad Associazioni ed Enti senza scopo di lucro per un utilizzo sociale o culturale a un canone ricognitorio.

Già 43 le case cantoniere restituite alla comunità: abbiamo valorizzato le case cantoniere che si trovano su tutto il territorio regionale attraverso la concessione a canone agevolato a comuni e associazioni che con validi progetti hanno saputo recuperare questi spazi e dare una nuova vita a queste strutture per attività culturali e sociali.

Tanti i progetti sostenuti: dalla creazione di centri di aggregazione culturale giovanile fino all’apertura di un ostello e di una residenza per anziani. E ancora: centri socio-sanitari di ascolto del disagio familiare e sociale, case famiglia laboratori artistici e culturali, centri polifunzionali. Le case saranno anche utilizzate come sedi della Croce Rossa, della Protezione civile o della Polizia locale.

Un esempio? La vecchia casa cantoniera di Guidonia, che è diventata un punto di riferimento per la popolazione: qui è nato un centro un socio-sanitario con volontari attivi H24 per offrire servizi di qualità ai cittadini grazie anche alla presenza di 3 ambulanze. E c’è anche uno straordinario presidio di solidarietà, dove vengono aiutate 60 famiglie di Guidonia a cui vergono forniti i beni di prima necessità.

Questo delle case cantoniere è uno dei tanti esempi di spending review virtuosa che abbiamo portato nel Lazio: combattere gli sprechi significa anche saper valorizzare un patrimonio pubblico dimenticato o sottoutilizzato per restituirlo alla cittadinanza.

Vai qui per tutte le info su dove si trovano le case cantoniere che abbiamo restituito ai cittadini