05/07/2018

Una grande notizia per i giovani: approvata la legge per il diritto allo studio!

Grande unità e solidarietà del Consiglio regionale quando si tratta di cambiare le cose e investire sulle nuove generazioni. In un momento di continui conflitti politici l’approvazione della legge sul diritto allo studio e alla conoscenza è un risultato eccezionale per il Lazio. La legge non ha ricevuto alcun voto contrario e per questo rappresenta la vittoria di tutti


Approvata la legge per il diritto allo studio! Grande unità e solidarietà del Consiglio regionale quando si tratta di cambiare le cose e investire sulle nuove generazioni.

La legge prevede degli interventi indirizzati ad arginare la dispersione universitaria (con contributi per fasce di reddito mediobasse); interventi per le particolari esigenze dei cosiddetti “ibridi studentesco-lavorativi”, attraverso l’istituzione di un fondo di sostegno post-laurea. Si interviene inoltre a sostegno agli studenti detenuti attraverso la collaborazione con tutti gli istituti competenti.

La legge non ha ricevuto alcun voto contrario e per questo rappresenta la vittoria di tutti. In un momento di continui conflitti politici l’approvazione della legge sul diritto allo studio e alla conoscenza è un risultato eccezionale per il Lazio.

Più opportunità, servizi e tutele agli studenti: alloggi, agevolazioni sui trasporti, mense, sussidi, mobilità internazionale, supporto alle attività culturali e sportive e tanto altro.

E poi una nuova governance per l’Ente regionale per i diritti alla conoscenza ed allo studio. Si chiamerà Disco e sarà così composto:

  • un Presidente del Consiglio di amministrazione;
  • il Consiglio di amministrazione formato da 5 membri, con la presenza della rappresentanza studentesca; 
  • la Consulta regionale per il diritto allo studio ed alla conoscenza (con un risparmio di circa 500 mila euro ed ad una maggiore efficienza rispetto a Laziodisu.