09/01/2019

Zingaretti: «Un patto contro il caporalato»

Ieri a Latina la firma del patto per la lotta al caporalato, che prevede una serie di iniziative tra cui navette gratuite per i lavoratori, sportelli nei centri per l’impiego e incentivi alle assunzioni. Previsti, inoltre, incentivi alle imprese agricole che assumono tramite centri per l’impiego


Avvenire, 9 gennaio 2019

Navette gratuite per i lavoratori, sportelli nei centri per l’impiego e incentivi alle assunzioni:sono le principali iniziative contemplate dal patto per la lotta al caporalato firmato a Latina e proposto dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Il progetto (il cui protocollo è stato sottoscritto con i sindacati e le parti datoriali alla presenza del prefetto di Latina, Maria Rosa Trio, prevede un primo stanziamento di 500 mila euro con l’obiettivo di contrastare il caporalato e lo sfruttamento del lavoro in agricoltura con azioni che favoriscano la legalità e il rispetto della qualità del lavoro.

Il protocollo ha valenza su tutto il territorio regionale, ma una prima fase di sperimentazione riguarderà il sud pontino, dove si concentra un quarto delle aziende agricole regionali. I fondi serviranno per garantire il trasporto gratuito per i lavoratori da e verso i campi e per realizzare una piattaforma informatica che offre, in forma digitale e consultabile con una app, l’incontro trasparente tra domanda e offerta di lavoro.

Previsti, inoltre, incentivi alle imprese agricole che assumono tramite centri per l’impiego. Entro la primavera del 2019 saranno pronti gli elenchi di prenotazione, gli sportelli dedicati, la app per l’incontro tra la domanda e l’offerta.