04/07/2022

Un Piano da 48mln per recuperare le liste d’attesa nel Lazio

L'obbiettivo è tornare ai livelli pre-pandemia e dare un impulso importante alle nostre ASL per dare risposte concrete e immediate alle persone che attendono. Bisognava agire subito per non lasciare indietro nessuno.


Dopo la lotta al Covid, vogliamo vincere un’altra battaglia: tornare ai livelli pre-pandemia delle liste d’attesa recuperando gli interventi chirurgici, i ricoveri ospedalieri, le prestazioni specialistiche ambulatoriali e di screening che non è stato possibile erogare.

Il Piano prevede un investimento di 48 milioni di euro destinati alle aziende sanitarie e ospedaliere del Lazio che dovranno rispettare degli obiettivi entro la fine del 2022.

Dichiariamo quindi guerra alle liste di attesa per accelerare tutti i percorsi di screening e di prenotazione. Il messaggio che vogliamo dare è che siamo impegnati in maniera netta e inequivocabile a ridurre e risolvere il problema tempo. È un atto figlio della condivisa preoccupazione ed era necessario intervenire. È un intervento imponente, allarghiamo di molto le porte per i flussi in entrata di tutte le prestazioni sanitarie

Le indicazioni e gli obiettivi saranno: il recupero delle prestazioni di medicina specialistica ambulatoriale non erogate nel periodo dell’emergenza, almeno nel 90% del totale; l’ottimizzazione dei turni del personale medico e dell’utilizzo degli spazi, delle tecnologie e attrezzature, l’apertura dei presidi sanitari nelle ore serali e nelle giornate di sabato e domenica, l’utilizzo delle prestazioni aggiuntive da parte del personale sanitario presente nelle strutture pubbliche e il ricorso a strutture private accreditate per l’erogazione di parte delle prenotazioni sospese all’interno del budget loro assegnato