20/02/2020

Piano per l’Italia: una scuola che dia opportunità e futuro

Vogliamo potenziare il sistema della conoscenza italiana con un grande piano di investimenti e un grande progetto formativo. Con una convinzione: l’insegnamento e la conoscenza devono tornare ad essere l’architrave di un ciclo di crescita ed equità. Per far ripartire la mobilità sociale, per dare ai nostri giovani gli strumenti per stare nel domani


L’insegnamento e la conoscenza devono tornare ad essere l’architrave di un ciclo di crescita ed equità. Per far ripartire la mobilità sociale, per dare ai nostri giovani gli strumenti per stare nel domani.

Ecco come:

Nessun costo per l’istruzione per le famiglie con redditi Isee fino a 25 mila euro :

  • Nuovi asili nido
  • Libri di testo a costo zero anche per gli studenti delle scuole medie e superiori
  • Azzeramento delle rette universitarie I

In 5 anni portare la spesa per la conoscenza ai livelli OCSE, con un incremento medio annuo di 4 miliardi

Rendere le scuole più belle e sicure. Tenerle aperte più tempo, rafforzare la loro funzione di presidio sociale del territorio e dotarle di nuove tecnologie informatiche

Pagare di più i nostri insegnanti allineando la loro retribuzione alla media europea e dare loro una nuova centralità

Raddoppiare gli istituti tecnici superiori (ITS), e quelli di formazione tecnica superiore (IFTS), migliorare l’alternanza scuola lavoro. Aumentare le ore dedicate alle attività digitali e linguistiche

Estendere l’obbligo d’istruzione da 3 a 18 anni

Contrastare il precariato dei ricercatori e bandire un concorso per 10.000 nuovi ricercatori