12/06/2018

Nel Lazio diamo forza al cinema

Siamo la regione dove si produce, ma anche dove si consuma più cinema e audiovisivo. Siamo i primi in Italia per numero di imprese e per finanziamenti e tutto questo significa sviluppo, lavoro e promozione del nostro grande cinema in Italia e nel mondo. Oggi mettiamo a sistema questo immenso patrimonio fatto di talenti e eccellenze con un vero e proprio programma annuale che sarà un punto di riferimento in Italia e in Europa. Ecco come


Siamo la regione italiana dove si produce, ma anche dove si consuma più cinema e audiovisivo. Il cinema è a Roma e nel Lazio un elemento identitario fondamentale e un fattore imprescindibile di aggregazione e insieme di sviluppo economico e occupazione: non esiste una città italiana con tante arene, rassegne, sale cinematografiche come Roma; non esistono regioni con un numero di produzioni nazionali e internazionali come quelle del Lazio. Siamo la prima regione italiana per numero di imprese di produzione audiovisiva, 30% del totale in Italia. Con 23 mln di euro, il Lazio è la prima regione in Italia per investimenti nel settore audiovisivo, la seconda in Europa. Il 77% dei finanziamenti al cinema italiano sono produzioni del Lazio e abbiamo 9.800 addetti impiegati in questo settore, il 44% del totale nazionale.

La novità: il programma operativo annuale 2019. È un nuovo strumento che abbiamo introdotto e che si pone l’obiettivo di armonizzare gli investimenti e le azioni dei diversi settori a sostegno del cinema e del sistema dell’audiovisivo. La sfida del programma operativo annuale è proprio quella di proseguire nella costruzione di un sistema coeso, capace di coinvolgere e mettere insieme i tanti diversi attori e le tante eccellenze di un settore strutturalmente eterogeneo. Lo scopo è rafforzare il sistema-Lazio, come punto di riferimento nazionale ed europeo per lo sviluppo del cinema e dell’audiovisivo.

LE 8 PRINCIPALI AZIONI PREVISTE NEL PROGRAMMA ANNUALE:

  1. Lazio Cinema International: con i Fondi Ue apriamo il Lazio al mondo Finora con questa iniziativa, nata grazie a un utilizzo virtuoso dei fondi europei siamo riusciti a finanziare 50 coproduzioni internazionali. 12mln di euro nel 2018 per le coproduzioni in due finestre: stasera premieremo a WeGil le 12 coproduzioni finanziate con 5mln nell’ultima finestra. Molti dei film finanziati hanno ottenuto importanti riconoscimenti (“Lazzaro felice” e “Dogman” a Cannes; ma nelle precedenti edizioni abbiamo finanziato film come “Il sacro Gra”, Leone d’Oro a Venezia; “Nico, 1988”, Premio Orizzonti per il miglior film a Venezia)  A luglio la nuova finestra da 7mln: abbiamo infatti potuto aumentare da 5 a 7mln la dotazione del bando grazie alle economie nei precedenti bandi. Visto il successo dell’iniziativa, abbiamo deciso che Lazio Cinema International andrà avanti: per il 2019 stanziati 10mln di euro.
  2. Per la crescita del cinema italiano. Confermato lo stanziamento di 9mln di euro del Fondo cinema. Ascoltando le istanze degli operatori, abbiamo rimodulato gli avvisi del Fondo cinema per premiare qualità e solidità dei progetti. Inoltre stiamo già lavorando, sempre di concerto con le associazioni, per semplificare le procedure per l’accesso ai bandi e per la rendicontazione. Ai 9mln del Fondo cinema si aggiungono quasi 2mln del Fondo di rotazione per le giovani imprese: prestiti a tasso agevolato per l’avvio di opere cinematografiche e audiovisive. Anche qui, stiamo valutando come ottimizzare queste importanti risorse.
  3. Sale più tecnologiche e multifunzionali e film di qualità Abbiamo già finanziato con 1 mln di euro interventi per l’accessibilità di cinema e teatri. Crediamo che sostenere il rilancio del cinema nelle sale sia importantissimo: per questo abbiamo previsto nuovi finanziamenti per 500 mila euro per sostenere progetti di adeguamento tecnologico, rinnovo impianti audio-video e servizi complementari. Promozione nelle sale del cinema di qualità: inoltre, finanziamo con 150 mila euro attività per la diffusione dei film di alto interesse artistico nelle sale.
  4. Restauro pellicole: diamo un futuro ai grandi film Si tratta di un’importante novità. Per la prima volta infatti destiniamo risorse alla conservazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo attraverso contributi a fondo perduto per il restauro e alla digitalizzazione delle opere audiovisive. A fine anno presenteremo i risultati del primo bando da 150mila euro, che partirà entro l’estate. L’iniziativa proseguirà poi anche nel 2019.
  5. Accanto alle fondazioni e agli eventi per promuovere cinema e audiovisivo. La Regione Lazio sostiene la Fondazione Cinema per Roma nelle attività di promozione del cinema. In particolare, siamo impegnati assieme alla Fondazione Cinema per Roma nella sfida della Festa del Cinema di Roma;  Partecipiamo inoltre con convinzione al MIA – Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, che ha rappresentato una novità importantissima di questi anni per fare sistema e per rafforzare la dimensione internazionale del settore. Sosteniamo inoltre la Lazio Film Commission, con l’obiettivo di potenziarne il ruolo di coordinamento e il raccordo con le associazioni di categoria nella promozione internazionale e nazionale e nell’assistenza e servizi alle produzioni.
  6. Il cinema nei territori e nei quartieri. Nella passata legislatura (2013-2018) abbiamo impiegato 3,8mln euro per sostenere 460 rassegne, arene estive, festival e iniziative nate con lo scopo di prevenire il disagio sociale attraverso la cultura. Anche quest’anno ci siamo, sostenendo importanti iniziative: penso alla rassegna Cannes a Roma e nel Lazio o al Cinema di Piazza Vittorio.  È un capitolo importantissimo, su cui abbiamo intenzione di proseguire con il massimo impegno: già stanziate nuove risorse per 850.000 euro.
  7. Il cinema nelle scuole. Un obiettivo fondamentale, per un territorio come il nostro dove per fortuna il consumo di cinema tiene, è formare nuovi spettatori. Obiettivo che si combina anche con la funzione educativa che attribuiamo al cinema, di cui in questi anni abbiamo avuto prova incontrando migliaia di ragazzi nelle scuole parlando attraverso i film della nostra storia, dei problemi della nostra società, della nostra cultura. Sosterremo quindi, anche con il Fondo Sociale Europeo, la diffusione della cultura cinematografica tra i ragazzi nelle scuole.
  8. Per crescere talenti e formare nuovi professionisti Confermiamo la linea dedicata all’audiovisivo nel programma di formazione “Torno Subito”. Sosterremo ancora l’esperienza dell’Officina Pasolini. Potenzieremo la Scuola Volonté. Una novità importante che annuncio oggi è che la scuola avrà sede a WeGil.

+30,7% di crescita export del settore dell’audiovisivo del Lazio tra il 2016 e il 2017. Nel 2016 avevamo registrato un +23% sul 2015. Prosegue dunque un trend positivo di crescita, che premia anche lo sforzo della Regione Lazio per sostenere l’internazionalizzazione.

Quantità, ma anche qualità: i due film italiani premiati a Cannes (Garrone e Rohrwacher) sono stati finanziati dalla Regione Lazio. La maggior parte dei film italiani a Venezia sono stati sostenuti dalla Regione. Stiamo aiutando concretamente a far emergere progetti di qualità, in grado di affermarsi in Italia e nel mondo.