In Regione / Comunità

Restituiamo alle persone spazi bellissimi abbandonati da anni

Quando siamo arrivati ci siamo accorti che un’altra delle tante vergogne del Lazio era quella a danno di una serie di bellezze e palazzi storici della nostra regione che erano in uno stato completo abbandono: dal primo momento abbiamo invertito la rotta con un grande lavoro dalla parte di tutte e di tutti. Una parte importante della nostra missione al servizio dei cittadini


Cosa abbiamo trovato:                                          

Nel Lazio c’era un patrimonio immenso, fatto di bellezze e palazzi storici, completamente abbandonato o poco valorizzato: un doppio spreco, specialmente in una fase come questa, in cui gli spazi per i cittadini sono così pochi. In questi anni abbiamo invertito la rotta con un grande lavoro dalla parte di tutte e di tutti. Una parte importante della nostra missione al servizio dei cittadini.

Cosa abbiamo fatto:

Abbiamo aperto spazi pubblici per le persone in tutto il Lazio. Il Castello di Santa Severa, una meraviglia che era chiusa al pubblico da anni ,dove sarà ospitato anche il più grande Ostello della Gioventù del Mediterraneo, con musei, cultura, un luogo aperto a tutti;  l’ex Gil di Trastevere a Roma, edificio di epoca razionalista che torna a disposizione per mostre ed eventi. Nuova vita anche per le vecchie case cantoniere abbandonate, per gli ex bagni pubblici della Garbatella, con Moby Dick: biblioteca, sala convegni, spazi di comunità  per italiani e stranieri.

Ecco quali sono i luoghi del Lazio che abbiamo restituito alle persone in questi anni:

  • Moby Dick: gli ex bagni pubblici nel cuore di Garbatella che sono tronati ad essere un spazio pubblico per studenti e cittadini con una biblioteca, una sala convegni e una piccola area giochi .
  • Ex GIL di Trastevere (largo Ascianghi) Riaperto a dicembre 2017 con funzioni istituzionali, culturali e formative
  • Ex Gil di viale Adriatico: un massiccio intervento di recupero che ci ha consentito di restituire dopo 30 anni di attesa ad un quartiere periferico di Roma, una struttura dove sorge una scuola e una palestra.
  • Officina Pasolini: un luogo che è stato abbandonato per molti anni e che è stato rimesso a nuovo ed è diventato uno spazio dove fare cultura e creare aggregazione creando un’officina delle arti che investe sul talento dei giovani.
  • Nuova vita alle case cantoniere: abbiamo valorizzato le case cantoniere che si trovano su tutto il territorio regionale attraverso la concessione a canone agevolato a comuni e associazioni che hanno recuperato e dato una nuova vita a questi spazi trasformandoli in strutture per attività culturali e sociali. Sono già 43 le case cantoniere concesse, su un patrimonio di 136 immobili che torneranno tutti ai cittadini.
  • Ex GIL di Ostia: un presidio della sicurezza e legalità in questa struttura grazie a un accordo con Roma Capitale e Ministero dell’interno. L’intervento è stato possibile grazie a un investimento di 13 milioni a carico dello Stato.
  • Castello di Santa Severa, dopo anni riapriamo al pubblico questo gioiello del Lazio in maniera permanente per funzioni museali e turistico ricettive: il tutto attraverso la concessione in gestione alla società LazioCREA e l’accordo con il Comune di Santa Marinella e il MIBACT.
  • Palazzo Doria Pamphilj di San Martino al Cimino per funzioni culturali e formative mediante accordo con ASL Viterbo e LazioCREA.
  • Villa Ponam a Rieti, con la gestione funzionale di LazioCREA. .
  • Ex ospedale psichiatrico Santa Maria della pietà e parco circostante per funzioni istituzionali, culturali e socio?sanitarie, mediante accordo con ASL Roma 1, Comune di Roma, Città metropolitana. L’investimento è pari a 10 milioni.
  • Progetto di rigenerazione dell’ex Ospedale Carlo Forlanini per funzioni istituzionali, Amministrative, e socio culturali mediante accordo con Roma capitale Agenzia del Demanio Ministero degli esteri e della cooperazione internazionale ? Ministero dell’interno.
  • Progetto per l’acquisizione ex deposito di Caira per funzioni museali e turistico ricettive mediante accordo con Comune di Cassino ? Agenzia del Demanio e Mibact.
  • Riqualificazione dei lungomare del Lazio con 16 milioni di risorse investite e due bandi destinati ai comuni costieri per miglioramento dei litorali, il recupero delle aree degradate, la realizzazione di percorsi ciclabili e pedonali, accessibilità, sviluppo delle smart cities.
  • PLUS, I Piani Locali e Urbani di Sviluppo, con 90 interventi di riqualificazione urbana finanziati in 16 comuni.
  • 2,5 milioni con la Campagna Art Bonus – Regione Lazio per il recupero del patrimonio regionale, in particolare con alcuni  progetti di valorizzazione già citati: Palazzo Doria Pamphilj a S.Martino al Cimino, l’ex Gil di Trastevere e Villa Ponam a Rieti. Sono beni culturali che rendiamo pienamente fruibili dai turisti e dai visitatori. E sono in corso di definizione nuovi progetti di riqualificazione con l’Agenzia del Demanio e il Mibact che permetteranno di restituire al territorio altri siti strategici tra cui l’ex Caira di Cassino.

Tante struttura storiche, per troppo tempo vittime dell’incuria e della burocrazia, sono tornate a tutte e a tutti. Un altro impegno mantenuto.