In Regione / Comunità

Riaperta l’ex Gil di Trastevere, un luogo bellissimo nel cuore di Roma

L’ex Gil di Trastevere è un edificio storico di Roma, espressione dell’architettura razionalista: da anni era abbandonato e si parlava del suo utilizzo: ne sono state dette tante, nel tempo, e noi, finalmente, l’abbiamo restituito alla comunità, aprendo un nuovo hub della cultura nel cuore di Roma. Regalare una perla così alla città è un bel segnale per la capitale d’Italia


Cosa abbiamo trovato:

L’ex Gil di Trastevere è un edificio storico di Roma, espressione dell’architettura razionalista: da anni era abbandonato e si parlava del suo utilizzo, di come valorizzarlo. Ne sono state dette tante, nel tempo, e noi, finalmente, l’abbiamo restituito alla comunità. In una città che vive una fase di difficoltà, lanciamo oggi un bellissimo segnale di riscossa, all’insegna dei giovani, della cultura, della creatività.

Cosa abbiamo fatto:

Con un investimento complessivo di 1 milione e 550 mila euro, grazie alla serietà e all’impegno della Regione, abbiamo aperto un nuovo hub della cultura nel cuore di Roma. Regalare una perla così alla città un bel segnale per la capitale d’Italia. Questo nuovo punto di riferimento per la cultura e la creatività di Roma, poi, gode anche di una posizione strategica, perché si trova tra il Nuovo Sacher di Nanni Moretti e lo spazio del Nuovo Cinema America: questa via si prepara a diventare uno dei luoghi principali della vita creativa della città.

Un altro impegno mantenuto grazie ai fondi regionali stanziati per il recupero dei beni immobiliari appartenenti al patrimonio storico regionale e alla campagna istituzionale Art Bonus.

A disposizione di tutti con mostre, convegni ed eventi. Per la seconda fase, investiremo 1,2 milioni per recuperare gli altri 5 piani. Il completamento dei lavori è stimato in circa 12/18 mesi, e prevede il pieno recupero dell’intero palazzo. Al piano interrato di questa struttura sarà spostata stabilmente la scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volontè, al secondo piano si svolgeranno attività formative ed è prevista anche una sala lettura e studio, al terzo piano attività formative relative alla cucina e all’enogastronomia, al quarto e quinto piano ci sarà una mostra permanente dedicata alle opere dell’architetto Lugi Moretti.

Grazie alla collaborazione avviata con Arsial, l’Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura, e Lazio Crea, trasformeremo questa struttura in una vetrina delle eccellenze del territorio, coinvolgendo in questo processo le associazioni, il terzo settore, le università, gli enti di ricerca e le imprese. Una straordinaria occasione di crescita per Roma: uno snodo culturale in cui si incontrano anche le migliori produzioni del territorio.