23/05/2019

Uno stipendio in più per 20 milioni di italiani

Uno stipendio in più per 20 milioni di italiani, fino a 1.500 euro all’anno: questo è il primo provvedimento del nostro Piano per l’Italia, il Piano che senza slogan e senza proclami racchiude le proposte concrete del Partito Democratico su lavoro, ambiente, sviluppo e istruzione. Il nostro grande progetto per il Paese parte da qui, dalle persone


Uno stipendio in più per 20 milioni di italiani: questo è il primo provvedimento del nostro Piano per l’Italia, il Piano che senza slogan e senza proclami racchiude le proposte concrete del Partito Democratico su lavoro, ambiente, sviluppo e istruzione. Il nostro grande progetto per il Paese parte da qui, dalle persone.

Il principio di base è chiaro e semplice: meno tasse per chi lavora. L’obiettivo è garantire a 20 milioni di lavoratori uno stipendio in più. Attraverso la diminuzione delle tasse sul lavoro possiamo arrivare a far avere fino a 1500 euro netti in più all’anno. Si tratta dello stipendio medio di un lavoratore dipendente, di un insegnante, di un poliziotto, di un vigile del fuoco. Il passo successivo sarà una riforma fiscale, a partire dall’Irpef, nella direzione dell’uguaglianza e della semplicità.

Come si finanzia? Parliamo di cose concrete e ovviamente sappiamo già dove prendere i soldi e come fare: prima di tutto attraverso un grande piano di contrasto dell’evasione fiscale, che sottrae ogni anno 110 miliardi alle casse dello Stato; poi accelerando la digitalizzazione dei pagamenti (portando dal 10% al 30% del PIL in 3 anni le transazioni in formato elettronico). E ancora: un programma triennale di revisione della spesa; revisione delle agevolazioni fiscali; riduzione degli interessi sul debito pubblico derivanti dal recupero di credibilità e dalla connessa discesa dello spread.

È un primo tassello, l’inizio di un unico grande progetto ma la direzione che vogliamo prendere è questa: stare vicini alle persone, intervenire per migliorare la loro vita, la situazione di chi non ce la fa, di chi fa sforzi immensi. La differenza tra noi e loro è tutta qui: noi vogliamo abbassare le tasse ai lavoratori, loro con la flat tax vogliono abbassarle solo ai ricchi.

Leggi le altre proposte del nostro Piano per l’Italia.