31/07/2019

Sanità: abolito il superticket per 400mila cittadini del Lazio

Una bella vittoria per tutti. Nel Lazio non si pagherà più il superticket nazionale sulle prestazioni specialistiche ambulatoriali per gli over 60 e per chi è in condizioni di svantaggio. La novità interessa 400mila cittadini. Avanti per una sanità sempre più vicina alle persone.


Una bella vittoria per tutti. Nel Lazio non si pagherà più il superticket nazionale sulle prestazioni specialistiche ambulatoriali per gli over 60 e per chi è in condizioni di svantaggio. La novità interessa 400mila cittadini. Avanti per una sanità sempre più vicina alle persone.

Il provvedimento prevede: l’esenzione dalla quota fissa di 10 euro del super ticket nazionale per gli over 60 con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (esenzione codice  E01), che verrà estesa anche:

  • ai minori ospitati in strutture residenziali socio assistenziali;
  • alle donne vittime di violenza e figli minori a carico accolti in strutture residenziali;
  • ai minori in affidamento familiare;
  • ai cittadini indigenti ENI (europei non iscritti) che non sono iscritti al Servizio sanitario nazionale.

La Regione Lazio nel 2016 aveva già disposto l’abrogazione della quota regionale di compartecipazione alla spesa sanitaria, abrogando il ticket di 15 euro sulla diagnostica (5 euro sulla fisioterapia e 4 euro per le visite specialiste e ambulatoriali). L’intesa è stata raggiunta con i segretari regionali di CGIL, CISL e UIL.