In Regione / Comuni

Vicini ai piccoli comuni del nostro territorio

In questi anni abbiamo portato avanti in tanti modi l’impegno di rendere più forti i piccoli comuni del Lazio, tutte quelle piccole realtà che rappresentano un valore enorme e una ricchezza unica per tutto il nostro territorio. Abbiamo scommesso sul rilancio dei mestieri, delle attività su strada puntando sulle reti tra imprese. L’obiettivo è stato sempre lo stesso: ricucire la frattura che si è creata tra le grandi città e il resto del Paese


Cosa abbiamo trovato:

Dalla sanità ai trasporti, dal sociale alla cultura: in questi anni di crisi i comuni del Lazio hanno risentito molto della desertificazione dei servizi e le persone spesso sono rimaste sole, senza opportunità di crescita, lavoro e futuro. Non è un caso se tanti centri hanno passato momenti e fasi di grande difficoltà.

 

Cosa abbiamo fatto:

Ci siamo messi al lavoro per ricucire la frattura tra le città e i territori, abbiamo fatto tanta strada mettendo a disposizione risorse e bandi dedicati esclusivamente alle comunità più piccole e fragili, invertendo la rotta rispetto al passato. Molti i risultati ottenuti. Abbiamo messo fine al perpetrarsi di un concetto secondo il quale è normale, è prassi che i governi centrali dimentichino le aree interne.

 

Sostenere e rendere più forti le piccole realtà del Lazio. Nel 2017 alla Regione Lazio abbiamo approvato una legge con cui finanziare i tanti piccoli comuni del Lazio.  Comunità che sono molto importanti per il nostro territorio e, per sostenere le quali abbiamo previsto, nella prossima legislatura, un assessorato a loro dedicato.

Le aree interne hanno un enorme valore. In particolare, è fondamentale rilanciare lo sviluppo dei comuni che si stanno spopolando e intervenire su tutti i settori. È solo qualche esempio:

  • la sanità, consolidando ancora di più la rete delle strutture sul territorio, come le Case della Salute e i poliambulatori aperti nel we e nei festivi
  • le infrastrutture e i trasporti, portando, come abbiamo fatto, il trasporto pubblico anche dove non c’era, dove non è mai arrivato. Lo abbiamo fatto in oltre 40 comuni. Migliorando le strade, portando a termine opere incompiute da anni.
  • la cultura, finanziando manifestazioni ed eventi e consolidando i luoghi, come le biblioteche e i teatri.
  • il territorio e l’ambiente, aumentando la raccolta differenziata e intervenendo sulle problematiche specifiche dei territori, come abbiamo fatto per le aree che affrontano l’emergenza idrica.

In questi anni siamo stati sempre vicini ai Comuni e ai sindaci aiutandoli a realizzare quelle opere pubbliche che, in una situazione di estrema sofferenza finanziaria, non potevano avviare. Abbiamo scommesso sul rilancio dei mestieri, delle attività su strada puntando sulle reti tra imprese. L’obiettivo è stato sempre lo stesso: ricucire la frattura che si è creata tra le grandi città e il resto del Paese, una delle priorità su cui dovremo concentrare la nostra azione nel Lazio.