21/12/2018

Per la giustizia e la legalità. Contro tutte le mafie

È in atto un attacco alle democrazie liberali. Una delle sue manifestazioni, in Italia, è l’aperta contestazione a consolidati principi dello Stato di diritto e del giusto processo: diritto alla riservatezza, alla difesa, monopolio pubblico della forza, principio di non colpevolezza e persino separazione dei poteri sono stati indicati dal governo gialloverde all’opinione pubblica come impedimenti alla realizzazione della volontà popolare.


Per la giustizia e la legalità. Contro tutte le mafie

Beni tutelati giuridicamente come sicurezza e buon andamento della pubblica amministrazione sono stati contrapposti alle garanzie. Dobbiamo farci portatori di un progetto alternativo per garantire giustizia e diritti, nel solco di ciò che prevede la nostra Costituzione.

Le azioni che proponiamo:

Giustizia

  • Opposizione netta all’aperta contestazione ai principi dello Stato di diritto e del giusto processo
  • velocizzazione dei processi con investimenti sulle tecnologie, specializzazione e formazione dei magistrati, semplificazione del processo senza comprimere le garanzie
  • miglioramento del processo civile con investimenti su tecnologie, formazione e specializzazione, riduzione e semplificazione normativa, incremento degli strumenti stragiudiziali

Sicurezza

  • Lotta alla criminalità con azione repressiva da parte delle Forze dell’ordine ma anche attraverso processi culturali, civici e sociali
  • Coinvolgimento delle amministrazioni comunali (sicurezza di prossimità: affrontare i fenomeni di degrado urbano e i problemi di convivenza civile e sociale)
    Lotta alle mafie

Azione concentrata sulle aree di “vulnerabilità” del sistema
Ridurre e chiudere i “varchi” nella vita istituzionale, economica e sociale attraverso cui le mafie si espandono