Rispondere alle sfide dell’ambiente

Per rispondere alla crisi ambientale investendo nella green economy. Per guardare con fiducia al futuro in una regione attenta alle sfide della qualità dell’aria, dell’acqua, dell’energia sostenibile, della cura del territorio, dei parchi e delle aree verdi.


  • Efficientamento energetico per 155 scuole e altri edifici pubblici
  • Approvata la nuova normativa sui Contratti di fiume
  • Concessi incentivi per l’acquisto di bici pieghevoli e sconti sugli abbonamenti bici+treno
  • Rilancio del sistema dei Parchi e delle Riserve regionali

 

DA DOMANI

  • Adozione di una Strategia regionale di prevenzione e adattamento ai cambiamenti climatici e predisposizione di una Strategia urbana di adattamento per dare attenzione agli effetti dei cambiamenti climatici nella riqualificazione urbana
  • Piano regionale della mobilità ciclistica: 10 milioni di euro per realizzare almeno 100 chilometri di nuove ciclovie in tutto il Lazio, con ciclostazioni, strutture di parcheggio e affitto bici, interscambio con il treno
  • Cura delle acque: nuovo Piano degli acquedotti e promozione dei Contratti di fiume
  • Per la Rinascita del Tevere: un investimento di 30 milioni di euro per ammodernamento degli impianti di depurazione, messa in sicurezza, risanamento ambientale, navigabilità, tutela della biodiversità
  • Completamento degli interventi contro il dissesto idrogeologico con un finanziamento di 90 milioni di euro
  • Un programma speciale per le bonifiche, con 20 milioni di euro per interventi per la Valle del Sacco
  • Un piano per l’energia sostenibile co incentivazione all’efficientamento energetico degli edifici pubblici e finanziamenti per l’adozione di forme di illuminazione pubblica a ridotto consumo energetico.
  • Nuove aree protette: il Parco dei Volsci, quale accorpamento dei parchi regionali dei Monti Ausoni e degli Aurunci di importanti ambiti territoriali dei Monti Lepini; il Parco interregionale del Fiume Tevere e Aniene; l’Oasi Blu da Macchiatonda fino al sito archeologico-naturalistico di Pyrgi
  • Sostegno all’adozione di parchi e aree verdi da parte di associazioni e comitati
  • Creazione di una task force per la manutenzione dei parchi e di una Scuola di giardinaggio e del paesaggio presso l’Ente Roma Natura
  • Apertura di vivai e almeno 20 mercati di filiera corta nelle aree protette regionali
  • Rafforzare il Cammino dei Parchi e i tratti di cammini religiosi che si svolgono all’interno dei parchi, i boschi d’arte e i percorsi d’arte nella natura
  • Dalla parte degli animali: istituzione del Garante regionale per i diritti degli animali; creazione dell’Ufficio diritti animali regionale; istituzione dell’anagrafe felina regionale: assegnazione alle Polizie provinciali di specifici compiti e funzioni per la tutela degli animali d’affezione, prevenzione del randagismo e dei maltrattamenti